“Ve li appendiamo tutti”

Partinico, Palermo “Vi diamo una settimana per levare sti maledetti cani poi li troverete appesi uno a uno merde di volontari” Questo è ciò che è scritto sul cartello appeso davanti al cancello del piccolo riparo che, alcuni volontari siciliani hanno ricavato per sistemare una ventina di cuccioli trovati nelle campagne.

Questa immagine è stata pubblicata sui social, la gente si è indignata, tanti del posto, le volontarie di tutta Italia si stringono alle ragazze siciliane che ancora devono digerire il terribile sterminio di randagi di qualche mese fa. Rendiamoci conto di quanto questa minaccia sia aggressiva e violenta, traspare tutto l’odio di queste persone per gli animali. A questi soggetti ricordiamo che se esistono i randagi a mucchi è perché loro e i loro comuni non fanno niente per arginare il problema. Il giro di soldi che affossa i cani e li lascia liberi di riprodursi per poi finire nei canili e far pagare, dai cittadini, le rette giornaliere ai gestori degli stessi canili, resta ad oggi uno dei più grandi business del centro sud. L’odio per queste creature, la violenza a cui vengono sottoposti, martiri e torture sono all’ordine del giorno, le ragazze siciliane versano lacrime “Questa è una strage annunciata, lo faranno, questa gente lo fa…” Hanno ragione, li schifano evidentemente questi cuccioli, la volontaria che segue i piccoli si chiama  Elsa  
almeno così sembra, se qualcuno può adottare o stallare magari si faccia avanti con un messaggio. Anche noi ne lasciamo uno “Ci fa più schifo dare la mano a soggetti come voi, (al momento ignoti) viscidi e senza palle per metterci la faccia, che raccogliere palate di cacca di cani” Condividiamo questo, chiediamo a gran voce ai ragazzi che sono al governo oggi di mettere fine finalmente a questo strazio di anime innocenti, vogliamo solo renderli liberi e felici!

In seguito a questo appello dove la disperazione e l’amore per gli animali trasparivano, un’associazione del nord, non le istituzioni, li ha presi tutti in carico donando a loro una speranza per una vita migliore. Noi vi invitiamo a recarvi nei canili, nei rifugi per salvare un’anima, con l’augurio sincero di poter trasmettere ai vostri figli l’amore per gli animali.

povere anime, ma che colpa ne hanno

ragazze vi siamo vicine

che gente schifosa esiste

Qualcuno si faccia avanti

Ha trascinato il suo cane per 3 km: la condanna esemplare di Roger Owens

Poly la cagnolina cieca abbandonata su una panchina

Donna sorprende suo marito a letto con una bionda

Leia, la cagnolina aspetta davanti alla porta il papà che torna dall'ospedale

Muneca, la cagnolina anziana

Enzo il cucciolo diverso

Il gesto di Polo per la piccola Viviana