Veglia la sua umana deceduta per giorni prima di essere salvata

Una cagnolina ha dimostrato che la fedeltà di un animale è al disopra della sua stessa vita… Vi vogliamo raccontare questa storia che ci ha fatto commuovere fino alle lacrime. Tutto è accaduto a Budapest, pochi giorni fa. Una donna di 66 anni viveva da sola con la sua cagnolina Zsazsa in un appartamento.

La donna, purtroppo, per cause naturali (ma ancora da accertare), è morta e la cagnolina l’ha vegliata per alcune settimane. Mercoledì scorso la polizia, allertata dai vicini che non vedevano più la donna uscire, come faceva prima, ha forzato la porta dell’appartamento, facendo la terribile scoperta. La donna giaceva a terra e accanto al suo corpo senza vita c’era Zsazsa, la sua cagnolina di 9 anni. La povera piccola era in condizioni terribili: aveva del cibo secco a disposizione e aveva mangiato ma non aveva l’acqua. Era gravemente disidratata e le rimanevano al massimo altri 2 giorni di vita. Sappiamo bene che il corpo di un essere vivente può sopravvivere  lungo senza cibo ma la mancanza d’acqua fa collassare tutti gli organi e porta velocemente alla morte. La cagnolina è stata portata nel rifugio della Allatmento Liga, un gruppo di volontari che si occupano degli animali in difficoltà. È stata visitata da un veterinario che ha confermato che la piccola sarebbe morta se i vicini non avessero chiamato la polizia. Il portavoce di Allatmento Liga, Gabor Pataki, ha dichiarato che la dolcissima Havanese sta meglio e che presto sarà resa disponibile per un’adozione. Nonostante la paura, la debolezza e il forte stress subito Zsazsa ha trovato la forz di scodinzolare all’arrivo dei soccorritori…


Adesso che tutto è finito, Zsazsa si gode le carezze dei volontari.

Ed è pronta per iniziare una nuova avventura.

I soccorritori sperano di trovarle una famiglia che la ami come la amava la sua amica umana

… che lei vegliava con tanto amore.