Vince, il cane viaggiatore

Vince, il cane viaggiatore, ha sorpreso tutti quando è salito sul bus. Ma il motivo che lo aveva spinto a salire era commovente. Ecco perché si trovava lì.

Home > Animali > Vince, il cane viaggiatore

Vince, il cane viaggiatore ha lasciato tutti senza parole quando è salito sul bus che riportava gli operai dal lavoro. La sua storia ha incuriosito molti e noi abbiamo deciso di raccontarvela. Tutto è accaduto a bordo di uno jeepney, il principale mezzo di trasporto pubblico nelle Filippine.

La scorsa settimana, Tet Tapuyao e la sua amica si trovavano su un autobus jeepney. Stavano tornando a casa dal lavoro quando, hanno notato con sorpresa, un passeggero improbabile che è saltato a bordo del mezzo alla fermata. Era un grosso cane nero che sapeva saper bene quello che faceva.

“Ho chiesto a un passeggero se fosse suo”, ha detto Tapuyao. “Ma lui ha detto di no, che non lo era, lasciandomi sbalordita.”

Ciò che il cucciolo salito da solo sul bus aveva intenzione di fare, tuttavia, divenne presto chiarissimo. Né Tapuyao né la sua amica avevano mai visto un cane viaggiare da solo in autobus da solo. Furono colpite dalla sua iniziativa e specularono su dove potesse essere diretto il cucciolo. “Abbiamo continuato a ridere”, ha detto Tapuyao, “stupite e affascinate dal cane e dalla peculiarità della situazione. Eravamo rimaste davvero sbalordite da quello che vedevamo”.

Tapuyao ha deciso di prendere il suo telefono e registrare un video, sperando di vedere come si sarebbe conclusa l’intera faccenda. Non molto tempo dopo, l’autobus si fermò a un semaforo accanto a un altro mezzo di trasporto pubblico, un multicab pieno di gente. Ed è qui che le cose si sono rivelate davvero interessanti.

vince-il-cane-viaggiatore

“Uno dei ragazzi del multicab gridò:” Oh mio Dio! È Vince! “, disse Tapuyao. “Poi un altro, ‘Mamma, è Vince,’ indicando il cane.”

Abbastanza sicuro, il cane aveva trovato la sua famiglia. Ma cos’era successo? La famiglia di Vince lo aveva lasciato a casa perché avrebbero dovuto andare in una gita quel giorno. Ma, evidentemente, non entusiasta al pensiero di essere lasciato solo, Vince decise di seguirli nel loro viaggio – e il bus doveva essergli sembrato un buon modo per farlo.

Vince

Alla fine, si unì a loro, così come voleva.

“Non avevano altra scelta che portare Vince con loro”, ha detto Clarissa Carillo, nipote del proprietario del cane.

Il piano di Vince aveva funzionato.

Clarissa-vince

I proprietari di Vince, a volte, lo portano con loro a fare delle commissioni quindi per lui quella non era la prima volta che viaggiava in autobus, quindi aveva già una conoscenza di base su come funziona il sistema. Ma mai in un milione di anni pensavano che Vince fosse capace di usare quella conoscenza per sorprenderli e ritrovarli così lontani da casa.

“Vince non ha seguito corsi di addestramento per cani”, ha detto Carillo. “È solo un cane normale.”

Che possiamo dire? E bravo Vince!