Violet, la storia di una rinascita

Home > Animali > Violet, la storia di una rinascita

Vi vogliamo raccontare una storia terribile, finita bene fortunatamente. Una cagnolina ha rischiato di morire dopo che il suo irresponsabile proprietario ha usato la tintura per capelli per tingerla di viola. Violet è stata portata in una clinica per animali e i veterinari sono rimasti inorriditi. Poi è stata trasferita in un centro di recupero degli animali in Florida e, 3 mesi dopo, si sta ancora riprendendo.

Il mix maltese, descritta dai volontari come una “piccola palla di pelo piena di personalità di poco più di 2 kg”, subì gravi ustioni chimiche a causa della tintura e rimase quasi cieca. In un post su Facebook, i volontari di Pinellas County Animal Services descrivono l’esperienza traumatica di Violet come “una storia di paura, dolore estremo, incredibile forza e amore”. Il post inizia così: “Gli occhi di Violet erano chiusi e gonfi, lei era floscia e svogliata, aveva evidenti bruciature sulla sua pelle – noi le abbiamo dato dei fluidi, medicine per il dolore e abbiamo provato a lavare dolcemente la maggior parte della tintura chimica poi l’abbiamo fasciata. Abbiamo aspettato – Violet è andata a casa con il nostro veterinario e abbiamo aspettato… E, la mattina dopo, tutti fummo stupiti che avesse superato la notte. Ma dovevamo ancora aspettare. Non era fuori dal pericolo ma era vigile e ci dava un sacco di baci. Le notizie erano ma il viaggio era appena iniziato. Abbiamo iniziato l’arduo processo di rasatura dei suoi peli per capire realmente il danno alla pelle. Per fortuna, Violet era anestetizzata. Era molto peggio di quanto pensassimo inizialmente…” Tre mesi dopo, e dopo un sacco di farmaci antidolorifici, antibiotici, liquidi per via endovenosa, trattamenti a base di miele, rimozione delle croste, anestetizzazione, bende, notti insonni, preoccupazioni e speranza – i veterinari hanno finalmente visto “la luce in fondo al tunnel”.

Un altro post dei volontari recita così:

“Violet cominciò a dirci cosa fare – iniziò con un po’ di rumore; non proprio un latrato, non proprio un pianto. Ma poi ha trovato la sua voce e lei non si è mai e poi mai fermata. Cominciò a camminare per i corridoi, visitando ogni ufficio chiedendo biscottini, abbracci o carezze (sempre in testa), al nostro veterinario. Era chiaro – Violet era in via di guarigione e voleva che tutti lo sapessero.”

Il post continua così:

“Tuttavia, eravamo preoccupati: aveva una cecità permanente? Ci sarebbe stata un infezione? I suoi peli sarebbero mai ricresciuti? C’era qualcosa che ci mancava? Quando le bende finali si sono staccate, abbiamo emesso un sospiro di sollievo collettivo: Violet era bellissima. Avrà sempre uno stile personale ma questo va bene per i suoi nuovi proprietari, specializzati nella cura degli animali domestici.”

Volete, dunque, sapere le buone notizie? La piccola Violet ha trovato una nuova casa e ha un “nuovo papà”