francesco annegato

Santa Severa, il piccolo Francesco Mangani morto annegato in mare a 2 anni e mezzo, indagata la baby sitter

Santa Severa, il piccolo Francesco Mangani è morto annegato a 2 anni e mezzo mentre era in mare con la sorella e la baby sitter

Sono in corso tutte le indagini del caso per la drammatica vicenda avvenuta nella giornata di ieri, martedì 5 luglio, a Santa Severa. Purtroppo il piccolo Francesco Mangani, di 2 anni e mezzo è morto annegato in mare, mentre era con la sorellina e la baby sitter. La donna ora è indagata.

francesco annegato

In un primo momento si diceva che fosse una parente, ma questa notizia è stata poi smentita. La signora di 50 anni, era andata a lavorare per quella famiglia romana da diverso tempo.

La tragedia è avvenuta nel primo pomeriggio di martedì 5 luglio, intorno alle 14.30 15.00. Precisamente allo stabilimento Oasi Nuova, di Santa Severa, nella zona di Roma Nord.

Il piccolo era andato in spiaggia con la sorella più grande, di 4 anni e la baby sitter. Da ciò che è emerso sembrerebbe che la donna lo abbia perso di vista per qualche istante ed in poco tempo è avvenuta la tragedia.

francesco annegato

Francesco si è allontanato dall’ombrellone, è andato in mare ed ha inghiottito troppa acqua. Quando il bagnino lo ha visto, è subito entrato, per provare a salvarlo, ma le sue condizioni erano davvero disperate.

Nemmeno l’intervento dell’elisoccorso ed il trasporto in ospedale ha portato a dei risultati concreti. I medici non hanno potuto far altro che constatare il suo drammatico e straziante decesso.

Le indagini per la morte del piccolo Francesco Mangani

La pm di turno Marina Mannu dopo un lungo interrogatorio con la baby sitter, ha deciso di iscriverla sul registro degli indagati. Ha ammesso di aver perso di vista il piccolo nei minuti precedenti alla tragedia, quindi è indagata per il reato di abbandono di minore.

Gli inquirenti hanno anche disposto l’autopsia sul corpo, che dovrà essere eseguita nelle prossime ore. Tutto il protocollo del salvataggio pare sia stato effettuato in maniera corretta. Tuttavia, il gestore del lido a Il Messaggero, ha dichiarato:

francesco annegato

Ieri il mare era torbido per la corrente, non si vedeva in profondità, a un certo punto ho visto come brillare qualcosa ed era il sederino di quel bambino che affiorava. Questo è il giorno più brutto della mia vita.