Tre anni seduto nello stesso posto

Home > Attualità > Tre anni seduto nello stesso posto

Per 3 anni, un senzatetto è rimasto seduto sullo stesso angolo di Webster, in Texas. Non importa quante volte si passasse sulla stessa strada, lo si poteva trovare sempre nello stesso posto – non importava se c’era il sole o se c’era un acquazzone. “Qualcuno dovrebbe fare qualcosa con quell’uomo”, dicevano i vicini della zona quando gli passavano accanto.

Nessuno sembrava prendersi il tempo per chiedergli perché rimaneva sempre nello stesso angolo, ogni giorno e ogni notte…… Finché arrivò una donna di nome Ginger Sprouse. Un giorno Ginger decise di accostarsi al suo fianco e abbassò il finestrino del suo veicolo. L’uomo le disse che il suo nome era Victor Hubbard, che aveva 32 anni e viveva per strada. Tutti sospettavano che Victor non avesse una casa, ma pochi sapevano che soffriva anche di una malattia mentale. Ginger gli chiese anche perché non si fosse mosso da quel posto per così tanto tempo. La spiegazione che ha dato a Ginger avrebbe cambiato la vita di entrambi per sempre … Ginger Sprouse è moglie e madre, vive a Webster, in Texas, con suo marito Dean, con il quale ha un’accademia di cucina chiamata Art of the Meal. Quando Ginger si fermò accanto al senzatetto, abbassò il finestrino del suo veicolo e cominciò a parlargli, apprese la tragica ragione per cui Victor era rimasto nello stesso angolo per tre anni. Victor Hubbard ha 32 anni, sta combattendo contro la sua malattia mentale, vive da senzatetto ed è solo dal momento in cui sua madre lo ha lasciato, tre anni fa.

Quell’angolo era l’ultimo posto dove Victor aveva visto sua madre e da allora nessuno l’aveva più vista. Victor rimase lì per tre anni, sperando di rivedere sua madre.  Ginger sentì un legame con Victor immediatamente quando sentì la sua storia, quando arrivò l’autunno e l’inverno si preoccupò della sua salute a causa del freddo. È per questo che ha iniziato a far visita a Victor durante le pause pranzo, sono diventati amici e Victor ha accettato di andare a casa di Ginger quando voleva farle visita, o mangiare o sentisse freddo fuori. Ma non era tutto ciò che Ginger fece.

Nei tre mesi successivi, aiutò Victor a prendersi un trattamento psicologico, lo portò via dalla strada e gli diede un lavoro nel suo ristorante. Ginger ha continuato a documentare la vita di Victor e ha raccontato la sua storia attraverso una pagina Facebook chiamata This is Victor . La pagina ha rapidamente avuto migliaia di follower, molti sono stati toccati dalla storia di Victor e molti volevano dare il loro supporto in modi diversi.

Presto tutta la città cominciò a sostenere il signore accanto al quale erano passati, senza prestare molta attenzione a lui, per tre anni. Molti donarono vestiti e altre cose necessarie, raccolsero soldi per coprire il costo delle consultazioni con il medico e per esaminare i suoi occhi. Ginger è riuscita a raccogliere 150.000 dollari provenienti da tutti gli Stati Uniti, persone che hanno donato quello che potevano.

Ma forse la cosa più importante di tutte, raccontando la storia di Victor, è stata che molte persone da tutti gli Stati Uniti hanno aperto gli occhi vedendo quest’uomo come un gentiluomo che in precedenza era visto come un senzatetto. Dopo aver diffuso questa storia con un lieto fine, Ginger è riuscita anche a contattare lo zio di Victor. Viveva dall’altra parte dello stato del Texas, ma andò direttamente a Webster dopo aver letto di Victor.

Alcune settimane fa, Victor ha anche ritrovato sua madre. “Abbiamo parlato per un po’ e abbiamo chiarito l’accaduto”, ha detto Victor al canale di notizie KHOU . Il motivo per cui Victor e sua madre si sono separati non è stato divulgato.

Tuttavia, nulla di tutto ciò sarebbe successo se non fosse stato per Ginger. “È entrata nella mia vita e mi ha salvato, le sarò grato per sempre”, dice Victor. Anche Ginger ne ha tratto nuove prospettive dopo il suo incredibile viaggio con Victor. “Mi ispira, si può essere gentili, orgogliosi e dare tanta gioia, non sapevo di potermi sentire così”, dice.

A volte basta una persona gentile e dedicata per creare una catena impressionante di atti belli e generosi.