5 consigli sportivi (+1 extra) per contrastare la cellulite

 

La mia amica ha trovato un articolo dell’estate scorsa, dove si parlava delle celebrità con la cellulite.
L’ha fatto perché la cellulite è il suo incubo peggiore e vedendo Mischa Barton con le cosce tumefatte ha tratto un sospiro compiaciuto,. sebbene sia infelice perché questa è l’estate del politically correct nei confronti delle donne e non ci sia stato un articolo più recente che potesse darle soddisfazioni…

okey... non è da Signore, ma se ce l'hanno loro, io mi sento meglio...
Ok, non è da signore, ma se ce l’hanno loro, io mi sento meglio…

Comunque dubito che la mia amica sia l’unica a soffrire di paranoia per questa terribile “malattia” (la pubblicità del Somatoline, qualche anno fa, chiamava così la cellulite), di cosce e glutei, giusto?

Alla fine, in verità, essa non è che un fastidioso e odiatissimissimo inestetismo che colpisce 9 donne su 10, manifestandosi soprattutto in alcune parti del corpo, cosce/fianchi/glutei, particolarmente sensibili agli estrogeni, che tendono a far ritenere liquidi e ad accumulare grasso.

Colpevoli della sua insorgenza sono tutte le puntate da Mc Donald’s che vi concedete, la palestra, dove non avete più fatto ritorno dal giorno dell’iscrizione, e la maledizione genetica figlia di vostra madre, e della madre di vostra madre…

...voi dite che fa ingrassare?
Voi dite che fa ingrassare?

E pensare che quelle sciocchissime e retoricissime cose che scrivono anche nei peggiori giornaletti di Caracas hanno veramente un fondamento.  Come, ad esempio, il fare un po’ di quella stra benedetta attività fisica, che attivando la circolazione favorisce l’ossigenazione cellulare migliorando, di conseguenza, il tono muscolare.

Tra le tante cose che vi capiterà di leggere, o sentire, a proposito del binomio sport e cellulite, ci sono cose sulla quale sarebbe il caso di fare chiarezza!

Perché, care le mie fanciulle ultra trentenni, è giusto che voi sappiate che non è tutto perduto per voi, anche se dicono il contrario! Anzi, con tanto sport e una dieta migliorata, anche voi avete speranza di contrastare l’odioso effetto buccia d’arancia!

 

Seguite alcuni basilari consigli, che sì, lo ammetto, sono banalità vere e proprie, ma potrebbero essere esattamente quello che vi serve per muovere i primi passi nella giusta direzione…

1- VIETATO L’EFFETTO OVER THE TOP

meglio abbondare con questi, non si sa mai...
Meglio abbondare con questi, non si sa mai…

Gli allenamenti troppo intensi, praticati senza interruzioni, non sono poi così salutari. La cosa migliore sarebbe puntare su attività aerobiche soft, che mirano a elasticizzare e tonificare, invece che potenziare, aiutando il ristagno dei liquidi.

2- NON TUTTI GLI SPORT SONO UGUALI

Lo sport fa bene. Indiscutibile. Ma come abbiamo visto al punto uno, non è tutto buono per la nostra causa: la lotta al cuscinetto selvaggio!
Outdoor, la camminata sostenuta e il nordic walking, sono decisamente i migliori alleati che potete trovare. Ambedue coinvolgono il fisico con un’attività senza eccessivo dispendio di forza, ma con un’azione prolungata e costante, che se fatta almeno 3 volte a settimana mostra i suoi effetti già dopo un mese. In palestra, invece, scegliete attività aerobiche a basso impatto, o la kickboxing, che è splendida anche per allentare la tensione e allenare il fiato, ma fatelo solo ed esclusivamente se siete già abbastanza in forma!

3- CARA AMICA ACQUA

...con tutto il nuoto che fa, l'avrà anche lei la cellulite...?
Con tutto il nuoto che fa, l’avrà anche lei la cellulite?

Il movimento in acqua a gravità ridotta e con una naturale resistenza è ideale per il problema che state cercando di esorcizzare. Il nuoto, l’acqua gym, l’hydrobike, sono tutte discipline che coinvolgono il corpo con trasporto, permettendo di far perdere qualche chilo e di stoppare l’insorgere della cellulite. Ci vorrà un po’ di più, ma i risultati saranno più capillari e dureranno più a lungo.

4- AMICA AEROBICA

Quindici minuti a ritmi serrati fanno surriscaldare il corpo che brucia gli zuccheri, supportando lo smaltimento dei chili di troppo, ma senza smaltire veramente la massa grassa. Per eliminare l’adipe e attenuare gli accumuli di cellulite, bisogna mantenere la frequenza cardiaca bassa, al massimo centotrenta battiti al minuto, ripetendo quest’attività almeno per mezz’ora-quaranta minuti, tre volte a settimana, non di meno.

5- CHI BEN COMINCIA E’ A META’ DELL’OPERA

...lo ammetto... ho iniziato da piccola con lo sport!
Lo ammetto… ho iniziato da piccola con lo sport!

Non del tutto vero, care le mie addicted sfrenate e sfegatate del fitness. Infatti, non è che iniziando un’opera di contrasto della cellulite in giovanissima età arrivate a quarant’anni non avrete il benché minimo problema… Purtroppo, dopo i quarant’anni, il problema è legato soprattutto al sistema endocrino femminile e quando ci sono alterazioni ormonali, normali con l’andare degli anni, eccola lì, la detestabile cellulite che viene a insidiarsi tra cosce e chiappe. Vero però che, se da sempre ti dai da fare con lo sport, il tuo corpo, sarà più tonico e scattante e godrà, quindi, di una migliore circolazione e di tessuti più ossigenati.

+1 – CON LE GAMBE SOTTO IL TAVOLO

Anche l’alimentazione, ovviamente, ha il suo peso. Inutile, ma importante, sottolineare che fritti, grassi idrogenati, zuccheri in eccesso, carboidrati complessi, junk food e bibite gassate sono da riservare a occasioni molto più che isolate. Cercate, piuttosto, di rendere la vostra alimentazione il più varia possibile, arricchendola di frutta e verdura e integrata con, attenzione al parolone, bioflavonoidi, ovvero vitamine del gruppo P, nate per proteggere l’elasticità dei vasi capillari. In soldoni, mangiate tanti agrumi e non dimenticate uva, mirtilli, prugne, ciliegie, more, melone, ananas e pomodori, ok?

 

di Alice Nember