8 errori che si commettono lavandosi la faccia

Lavarsi il viso è un'operazione delicata e ognuno di noi commette almeno 1 errore

 

Tutti sappiamo lavarci la faccia. Non è vero, anzi un gesto semplice, come sciacquare il viso, spesso viene sottovalutato. Il risultato? Un’igiene superficiale o troppo aggressiva, l’uso di detergenti inadatti alla nostra pelle, irritazioni cutanee e un make up che non risalta mai quanto dovrebbe. Già, perché lavarsi correttamente non vuol dire solo preservare la bellezza della nostra cute e il relativo film idrolipidico, ma anche valorizzare il trucco.

Ecco quindi gli errori che si commettono più di frequente:

Lavare e asciugare

lavare-viso-3
Lavare velocemente il viso

È davvero riduttivo pensare che lavare il viso sia una semplice insaponata sotto l’acqua e poi tamponare il volto con la salvietta. Bisogna prima di tutto rimuovere il make up con cotone e latte detergente. Alcuni detergenti non sono efficaci sui prodotti waterproof, in quel caso utilizzate un olio detergente. Ne basta una piccola goccia: mai esagerare. Poi sciacquate il viso con acqua tiepida e asciugate il volto con un panno pulito.

Lavare il viso due volte al giorno

lavare-viso-2
Lavare la faccia 2 volte al dì

Lavarsi è importante, ma non bisogna esagerare. Gli eccessi fanno male e nel caso della cute della nostra faccia possono causare irritazione cutanea. La regola è di usare il buon senso: bisogna sempre sciacquare il volto dopo un allenamento, per esempio, così se avete la pelle grassa sono consigliabili almeno due lavaggi, mattina e sera. Se la pelle è secca, conviene un unico lavaggio, la sera.

Acqua fredda per chiudere i pori

punti-neri
Come si chiudono i pori?

Ci spiace molto dovervelo dire, ma non serve a nulla. I pori non si aprono e si chiudono. Non funziona così. Gli sbalzi termici (impacchi di acqua calda e acqua fredda) sul viso possono causare arrossamento o rosacea. Può essere utile invece il vapore, non certo per aprire i pori, ma per ammorbidire l’olio e le impurità al loro interno e favorirne l’uscita.

Acquistare un detergente in base alla pelle

lavare-viso-4
I detergenti si scelgono in base all’etichetta

Non è totalmente un errore, a volte è semplice uno spreco di soldi. Il detergente non funziona come la crema, che deve invece rispettare il tipo di cute per essere efficace. In questo caso ciò che bisogna fare è imparare a leggere le etichette ed evitare i prodotti profumati, che possono irritare, e i parabeni. Se avete la pelle secca, il consiglio è quello di usare saponi che contengono prodotti idratanti, come il burro di karité o la glicerina.

Scrub esfoliante

scrub
Evitare gli scrub al viso

Lo scrub è un trattamento utile, ma bisognerebbe evitarlo sul viso perché la pelle è molto delicato. È più utile un detergente a base di acido salicilico.

Usare il tonico

tonico
Il tonico serve a poco

Fate molto attenzione. I tonici a base di alcol rovinano il film idrolipidico della pelle. Cercate quindi sempre prodotti delicati (senza alcol) e comunque utilizzando un detergente appropriato questo passaggio può essere saltato.

Usare un spazzola per la pelle

spazzolare-viso
Non spazzolare la pelle

C’è chi si passa una spazzola sul viso (ovviamente spazzole apposite) per pulire meglio la pelle e rimuovere le cellule morte. Bocciata anche questa abitudine, che può causare infiammazione a causa di un’esfoliazione eccessiva. Le mani sono decisamente meglio.

Spendere molti soldi

struccarsi
Per lavarsi bene il viso non bisogna spendere molto

Più i prodotti costano e più sono validi. È un mito. Non è detto che sia il prezzo a fare la qualità. Inoltre i detergenti servono per rimuovere lo sporco, non restano sul viso. Ciò vuol dire che tutti i preziosi antiossidanti elencati sulle confezioni o il retinolo vengono lavati via.