Come allenare e rinforzare il muscolo della serenità

 

Il muscolo Psoas, detto anche muscolo Ileopsoas, si trova al centro della zona lombare, tra le vertebre e il femore. La sua funzione anatomica è quella di farci stare in equilibrio ed è il fulcro dei problemi posturali. Ma non solo.
La pratica dello yoga può aiutare questo muscolo a farlo stare bene, rendendolo forte e flessibile. L’importante è farlo bene e non improvvisarsi.

psoas
Dove è situato lo Psoas.

Muscoli ed emozioni

L’equilibrio che questo muscolo garantisce al corpo si rispecchia anche nella vitalità e l’energia mentale. Forse è per questo che viene comunemente chiamato ‘muscolo dell’anima’.

Lo Psoas è collegato ai nostri stati d’animo, a prescindere dalla sua posizione così dislocata rispetto al cervello, ma in effetti è il messaggero primario del sistema nervoso centrale. Lo stress danneggia questo muscolo, perché lo tiene in tensione a causa della quantità eccessiva di adrenalina che si libera nel corpo.

Quando lo Psoas è contratto, manda continui segnali di tensione al sistema nervoso, condizionando quindi lo stato emotivo, portato all’ansia e alla paura. Tutto ciò a sua volta provoca una respirazione irregolare e quando non respiriamo profondamente siamo angosciati e negativi.

Allenare lo Psoas con lo yoga

Svegliare lo Psoas. Contrarre il muscolo per far sì che il femore e la spina dorsale siano vicini. Questo esercizio si può fare sdraiati sul pavimento e in ginocchio. La tensione della gamba stimola lo stiramento dello Psoas, specie se tirate al gamba fino a 90 gradi. Potete usare anche un elastico per fare questo esercizio. In ginocchio significa invece andare giù con una gamba mentre l’altra la stendete dietro il busto il più possibile.

risveglio
Esercizi di risveglio.

Rinforzare con Navasana. Navasana è una posizione yoga che serve proprio a rinforzare lo Psoas. Potete svolgere questo esercizio seduti su una sedia: sedetevi sul bordo esterno della sedia e allungate le braccia davanti al vostro corpo, parallele al pavimento, gambe leggermente divaricate. Flettete il busto all’indietro lentamente e tornate alla posizione di partenza, sempre molto lentamente.

Se volete potete svolgere lo stesso esercizio seduti sul pavimento, alzando le gambe e tenendole tese. Cercate di rimanere fermi e non rotolare mentre flettete il busto all’indietro. Le braccia in questo caso devono stare vicine al corpo, stese in avanti parallele al busto.

navasana
Esercizi Navasana.

Liberare lo Psoas. Dopo esservi riscaldati e aver lavorato sullo Psoas con esercizi per contrarlo, è arrivato il momento di stirare e allungare questo muscolo. Tirate l’anca, la parte lombare e posizionate le gambe lontane l’una dall’altra. Per far sì che questo esercizio sia efficace, potete usare una porta per lo stiramento del vostro busto.

Adesso stendete e tirate al massimo le anche, sdraiatevi sul pavimento e alzate il sedere il più possibile. Stringete un cuscino tra le ginocchia in modo che l’esercizio sia fatto con la giusta forza. Le braccia lasciatele stese per terra con il palmo all’insù.

rilassamento
Esercizi di stiramento.

Per ogni esercizio, ricordate sempre di respirare profondamente e regolarmente. I benefici che vengono da una buona respirazione, condizioneranno favorevolmente il vostro stato d’animo.

di Michela Guida