Come allenarsi in spiaggia

 

Sole, mare, spiaggia, non solo relax, ma un modo per mantenersi in forma anche durante le vacanze, respirando tutta l’aria buona che l’estate ci può offrire, senza troppe rinunce.
Approfittate della sabbia e dell’acqua, quindi, per fare un workout completo, particolare e mirato, che farà bene al corpo e alla mente e che stimolerà i vostri muscoli senza caricarli troppo di peso e fatica.
Quando allenarsi in spiaggia?
Scegliete le ore più fresche, i momenti migliori sono di prima mattina o la sera, e bevete molta acqua: è molto importante recuperare i liquidi persi durante l’allenamento. Per quanto riguarda l’abbigliamento, invece, sceglietene uno tecnico, ma che sia preferibilmente comodo e che lasci traspirare la pelle, vista la stagione, mentre se avete deciso di correre sulla spiaggia, ricordatevi che potete farlo anche a piedi nudi, anche se è preferibile correre con le vostre scarpe da running, soprattutto se non siete delle corritrici esperte.

Ecco tutti gli esercizi da praticare per essere in forma sempre:

Stretching

Stretching

Per far sì che il vostro allenamento sulla spiaggia si svolga nel migliore dei modi, non dovrà assolutamente mancare una sessione di stretching aerobico per cominciare a scaldare i vostri muscoli, ma anche per rilassarli dopo l’allenamento completo.

Lo stretching è una forma di allenamento, per evitare strappi e contratture muscolari e prevede una serie di esercizi, come l’oscillazione delle braccia o delle gambe, a diverse velocità, il tutto facendo sempre molta attenzione alla corretta respirazione, importantissima per l’ossigenazione dei tessuti.

Camminata veloce

Camminata veloce

Fate una sessione di 10 minuti di camminata veloce e poi 5 di camminata normale e ripetete l’esercizio fino ai 30 minuti di esercizio. Potete farla scalze o con un paio di scarpe da ginnastica comode.

Corsa

Correre sulla spiaggia

Quando sarete allenate, potete anche provare a correre sulla spiaggia, facendo però attenzione a non sforzarvi troppo, perché correre sulla sabbia sforza i muscoli e, se non correte in modo corretto, potete incorrere in contratture, distorsioni o strappi. Il consiglio è quello di correre sulla battigia con le scarpe da running, ma non in pendenza, sulla sabbia bagnata che ha una maggiore consistenza per il piede e alleggerisce il lavoro delle gambe.

Esercizi per le gambe

Qualsiasi esercizio che farete sulla sabbia, sarà più faticoso, iniziate quindi con degli affondi frontali e degli squat.

Squat e affondi frontali

– Affondi frontali: stando in piedi, con la schiena dritta e i piedi leggermente divaricati fate un passo in avanti e abbassatevi mantenendo la schiena dritta. Ora piegate la gamba in avanti fino a formare un angolo di 90° e poi flettete la gamba dietro senza appoggiarvi al pavimento. Tornate nella posizione di partenza mantenendo la schiena dritta e ripetete l’esercizio con l’altra gamba. Ripetete l’esercizio in serie da 10 per almeno 2 volte.

– Squat: in piedi con le gambe divaricate, piegate le ginocchia come a mettervi sedute, tenendo però la schiena ben dritta e facendo attenzione alle ginocchia, che non dovranno sporgersi a superare le punte dei piedi.

Esercizi per le braccia

Per un allenamento completo, non tralasciate le braccia, esercitate bicipiti e tricipiti per rassodarle, anche con l’aiuto dei pesi o delle bottigliette d’acqua.

Esercizi per le braccia

– Bicipiti: in piedi con le gambe leggermente divaricate e flesse e la schiena dritta, portate il braccio destro con in mano il pesetto, fino al petto e poi indietro. Alternate con il braccio sinistro. Fate due serie da 10 ripetizioni ognuna riposandovi tra una serie e l’altra.

– Tricipiti: in piedi con le gambe leggermente divaricate e flesse e la schiena dritta, alzate il braccio con in mano il pesetto sopra la testa e piegate il gomito facendo andare il peso verso la schiena finché il gomito non formerà un angolo di 90 gradi. Ripetete questo esercizio per 10 volte a braccio, per due volte.

Esercizi in acqua

Paddleboarding

Tutti gli esercizi che abbiamo elencato sopra per gambe e braccia, potete farli anche in acqua, per aumentare l’intensità dell’esercizio senza sforzare i muscoli.

Nuotate, perché il nuoto fa bruciare dalle 500 alle 600 calorie all’ora, oppure esercitate delle nuove attività, come il “paddleboarding” o lo yoga sulla tavola da surf.

Per un allenamento più leggero, invece, mettetevi in costume da bagno, scalze ed entrate in acqua fino al bacino, fate una camminata di almeno 20 minuti, in modo da riattivare la circolazione e di stimolare i muscoli delle vostre gambe che verranno rassodate anche dall’azione massaggiante dell’acqua.

 

Fonti foto: lifeconnect.info, popsugar, motaen, themominmemd.com, surfgoddessretreats.com

di Angelica Giannini