Come dimagrire velocemente con la dieta Plank

Scopriamo cosa si può mangiare e come ci dobbiamo comportare

 

Attenzione: la dieta plank promette di dimagrire a tempo record, ma non deve andare oltre le due settimane perché può provocare gravi squilibri al nostro organismo. Si tratta di un regime alimentare basato sull’eliminazione degli zuccheri e dei carboidrati in favore di proteine,  frutta e verdura.  La dieta Plank va fatta al massimo una volta all’anno per due settimane. E’ una dieta che serve per alleggerire il lavoro del fegato e disintossicare l’organismo. Anche se lo zucchero non è permesso, si può sostituire con il miele.

La cucina prevista dalla dieta Plank punta su cotture semplici: vegetali e pesce possono essere cotti al vapore, in modo da preservare valori nutrizionali e leggerezza. Anche la griglia è consentita poichè la carne viene sgrassata. Grazie alla presenza delle proteine e l’assenza di carboidrati il regime prevede un dimagrimento rapido. Il ritorno a un’alimentazione bilanciata, dopo due settimane,  insieme alla pratica regolare di un’attività fisica vi aiuterà a mantenervi in forma.

Il menù

mantenimento-dieta-plank
Dieta Plank

Il menù per la colazione  prevede caffè senza zucchero accompagnato da una fetta di pane sottile, oppure un piccolo panino, o qualche fetta biscottata. Puoi sostituire il caffè con il tè, a cui aggiungere una fetta di limone fresco.

A pranzo sì alle proteine, come una  bistecca alla griglia, due uova sode, carni bianche  o pesce al vapore. Come contorno è possibile accompagnare con un’insalata di pomodori, oppure altre verdure – come gli spinaci – cotti al vapore e conditi con succo di limone.

Non è possibile aggiungere sughi e salsine ai cibi, ma solo olio extravergine crudo, da utilizzare per condire vegetali, carne e pesce. Va bene anche un succo di limone fresco.

La dieta Plank prevede una cena leggerissima a base di frutta a scelta e uno yogurt magro, oppure due uova sode con carote, sedano o spinaci, oppure un’insalata mista da accompagnare con prosciutto cotto o una carne rossa.

La cena della domenica sera, sia durante la prima settimana, sia nell’ultimo giorno previsto dalla dieta Plank, è libera, ma senza esagerazioni.  Questa dieta non prevede  merende spezzafame nel pomeriggio, ma si possono combattere gli eventuali attacchi di fame con frutta fresca, tisane non zuccherate e miscele di fiori.

In ogni caso, ricordiamo che se inizi una dieta dimagrante è sempre importante il parere di uno specialista, che saprà consigliarti in modo adeguato.

Fonte: tgcom24.mediaset.it