Come fare tatuaggi temporanei

Come fare tatuaggi temporanei? Ecco i nostri consigli per un tatuaggio bellissimo e alla moda, che però non è per sempre.

Home > Bellezza > Come fare tatuaggi temporanei

Come fare tatuaggi temporanei? I disegni sul corpo piacciono quasi a tutti. Ma non tutti sono disposti a farsi tatuare qualcosa di indelebile, perché si ha paura del pentimento, della noia, di stancarsi presto di quello che si vede. In estate, però, possiamo contare sui tattoo temporanei che possono aiutarci a esprimerci senza doverci poi pentire di quei disegni.

tattoo temporanei

Per fare un tatuaggio temporaneo e rendere, per poco tempo, il nostro corpo una vera e propria opera d’arte non ci vuole poi molto. Possiamo rivolgerci a un professionista, che saprà sicuramente come rendere tutto perfetto. Ma possiamo anche ricorrere al fai da te: sicuramente si risparmia un po’, anche se spesso i risultati non sono sempre al top.

Ci sono tanti modi per fare dei tattoo temporanei. Pronte a scoprire come diventare bellissime in poco tempo?

Tatuaggi temporanei con eyeliner

Sono sicuramente i più utilizzati, perché semplici da fare. Prima si crea il disegno, che dovrà essere molto semplice, prendete il vostro eyeliner, meglio a matita e nero, e poi disegnate il tatuaggio sulla pelle seguendo il vostro modello. È facilissimo da modificare in corso d’opera, si fissa con la lacca per capelli e va via con acqua e sapone.

Come fare tatuaggi temporanei

Tatuaggi temporanei con decalcomanie

Sì, come quelli che i bambini trovano nei gelati d’estate. Basta comprare la carta apposita, disegnare al computer il tatuaggio e poi stamparlo. Occhio, il tatuaggio risulterà specchiato, quindi attente alle scritte. A questo punto ritagliate e applicate il tatuaggio sulla pelle, coprite con un panno umido per 30 secondi. E il gioco è fatto.

Tatuaggi temporanei con l’henné

L’henné un ingrediente naturale che possiamo usare per tingerci i capelli di un bel rosso o per fare sulla pelle dei tatuaggi indimenticabili, proprio come le donne indiane, magari sulle mani. Il consiglio, in questo caso, è di rivolgersi a un professionista. O a un’amica bravissima nel disegno.