Come prevenire il mal d’orecchi dopo un bagno in mare

Si chiama otite del nuotatore e può sorgere dopo un tuffo o una lunga nuotata

 

Dopo un tuffo in piscina o un bagno in mare, le orecchie potrebbero infiammarsi e causare dolore, prurito e senso di ovattamento dell’udito. Si tratta della cosiddetta otite del nuotatore, che interessa soprattutto giovani e adulti che trascorrono molto tempo in acqua.

È un disturbo che colpisce la cute del condotto auricolare esterno e spesso questo dipende da un’infezione batterica. L’acqua delle piscine o del mare, soprattutto con le alte temperature, contiene germi che possono proliferare ed entrare in contatto con la pelle del condotto uditivo.

Mal d'orecchi dopo una nuotata
Mal d’orecchi dopo una nuotata

Al fine di prevenire l’otite del nuotatore, prima di partire per le vacanze sarebbe meglio sottoporsi a una visita specialistica per verificare che non ci siano piccole lesioni o infezioni già in corso. E’ importante anche rimuovere gli eventuali tappi di cerume, perché trattengono i batteri e li pongono a contatto della pelle.

E’ preferibile usare prodotti spray per uso locale per eseguire il lavaggio e non i bastoncini di cotone (ecco qui perchè non dovrsti usarli).