Come tingere i capelli se sei in gravidanza

 

La gravidanza è un momento molto particolare per tutte le donne e mai come in questa condizione dobbiamo fare attenzione all’utilizzo di certi prodotti, se contenenti sostanze potenzialmente nocive per il nascituro. Tra questi ultimi rientrano anche le tinture per i capelli. Questo non significa che, per tutto il periodo della gravidanza dobbiamo rinunciare a coprire la ricrescita e i capelli bianchi, ma dovremo scegliere il modo corretto e più sicuro anche per il nostro bimbo.

I prodotti ideali sono quelli privi di sostanze potenzialmente nocive, come l’ammoniaca, da evitare specialmente nei primi tre mesi di gravidanza. Questa sostanza non andrebbe inalata e, dunque, bisognerebbe evitare del tutto le colorazioni che la contengono.

Hair Colour Application
Tintura ai capelli

Inoltre, è indicato ridurre sia i tempi di posa della tintura, sia la sua frequenza – non più di una volta al mese. E ancora, meglio non applicare il prodotto a diretto contatto con il cuoio capelluto ma lasciare sempre libero un minimo di margine tra tinta e cute.

In ogni caso, è necessario eseguire sempre un test di sensibilità su una piccola porzione di cute, poichè in gravidanza potrebbero verificarsi inaspettate reazioni allergiche anche in chi non ne ha mai avute.

Coprire i capelli bianchi

In gravidanza, per coprire i capelli bianchi, potete usare degli shampoo colorati senza ammoniaca o senza altre sostanze sconsigliate. Tra quest’ultime, si segnalano la resorcina e la P-Fenilendiammina.

Sono due componenti chimici che spesso causano reazioni allergiche anche molto forti. In commercio, esistono molti shampoo coloranti a base vegetale – come l’henné o gli impacchi con le foglie di castagno o il cacao –  adatti per coprire i capelli bianchi donando anche piacevoli riflessi naturali a tutta la chioma.

Come annunciare l'arrivo di un bebè
Tinger i capelli in gravidanza

Per chi ha i capelli chiari, invece, una buona soluzione sono i colpi di sole e le mèches:  camuffano i capelli bianchi e non entrano mai a contatto con il cuoio capelluto. In ogni caso, è sempre bene informare il parrucchiere del proprio stato e richiedere non toccare  il cuoio capelluto dal prodotto decolorante.

In natura, esistono diversi estratti vegetali in grado di donare riflessi chiari e nascondere così i capelli bianchi. Ad esempio la camomilla in infuso intenso,  da tamponare sulla chioma e lasciare asciugare al sole.

Fonte: donnamoderna.com

di Marianna Feo