Cuoio capelluto irritato, rimedi naturali e non

Ecco cosa fare in caso di cuoio capelluto infiammato e arrossato.

Home > Bellezza > Cuoio capelluto irritato, rimedi naturali e non

Quando il cuoio capelluto è irritato, la cute prude, si arrossa e provoca fastidio. Le cause di questa problematica molto comune tra le donne sono di vario tipo.

Ad esempio, tinte con ammoniaca, una haircare routine troppo aggressiva e frequente, la forfora, ma anche situazioni di grande stress sono fattori che causano la secchezza della cute. Ecco qualche suggerimento per rimediare e riequilibrare il cuoio capelluto.

Irritazione del cuoio capelluto: cosa fare

cuoio-capelluto-irritato

Se la situazione è particolarmente fastidiosa, il cuoio capelluto è particolarmente arrossato e prude con molta intensità, il consiglio è quello di consultare un dermatologo.  Il medico, infatti, saprà individuare eventuali forme di dermatiti seborroiche, psoriasi o altre patologie specifiche della pelle.

Se, invece, il problema è meno intenso, possiamo provare, prima di tutto, ad abbandonare gli shampoo troppo aggressivi, che hanno al loro interno agenti schiumogeni.

Questi ultimi possono irritare la cute. Passiamo poi a una haircare delicata e anti-prurito, utilizzando prodotti delicati o agli shampoo anti-prurito.

Quando laviamo i capelli, esercitiamo un massaggio delicato con i polpastrelli sulla cute, senza sfregare con le unghie. Per un periodo, evitiamo anche di usare il phon e asciughiamo i capelli all’aria.

I rimedi naturali contro la cute secca

capelli

Per alleviare la sensazione di fastidio sulla cute, potremmo fare un impacco con la polvere di amla.  Quest’ultima, sul cuoio capelluto, rinforza i follicoli piliferi e contrasta la caduta. Inoltre, l’amla dona volume, lucentezza e purifica il cuoio capelluto regolando la produzione di sebo.

Prepariamo l’impacco mescolando la polvere con acqua calda, fino a formare una crema densa da applicare sulla chioma. Lasciamo in posa –  mettendo una cuffia a coprire i capelli – per circa un’ora e procedere con un lavaggio delicato.

come-lavare-capelli-grassi

Possiamo anche utilizzare, un paio di volte a settimana, l’amido di riso, con cui creare un impacco pre shampoo, al fine di nutrire la cute.