Cyclicity diet, la dieta che segue l’andamento degli ormoni femminili

Potrebbe essere una svolta per tutte le donne!

Avete mai sentito parlare della Cyclicity diet? E’ una dieta che è stata messa a punto per le donne, per seguire i cambiamenti che il corpo affronta nei 28 giorni del ciclo mestruale. La dieta segue l’andamento delle variazioni ormonali nel corpo femminile, dando i giusti nutrienti in ogni momento del ciclo. Vi sarete accorte anche voi di non avere lo stesso appetito e le stesse “voglie” durantei diversi giorni del ciclo, non è vero? Ora dei nutrizionisti italiani hanno deciso di consigliare alle donne cosa mangiare in ogni momento del ciclo.


La Cyclicity diet è la dieta consigliata nel libro che porta il suo nome, edito da Falco Editore e scritto dai biologi nutrizionisti Ennio Avolio e Claudio Pecorella. Il protocollo è nato grazie alla collaborazione delle Università di Tor Vergata, Università della Calabria e University of California di San Diego ed è al momento in fase di sperimentazione in pazienti che soffrono ad esempio di ovaio policistico, endometriosi e patologie cardiovascolari.

La dieta segue le variazioni ormonali durante i 28 giorni del ciclo femminile. In questo modo non si danno solo i nutrienti giusti al tempo giusto, ma si può anche perdere peso. Ennio Avolio spiega come sono arrivati a questo regime alimentare consigliato per tutte le donne:

Abbiamo analizzato la letteratura scientifica degli ultimi 10 anni e ci siamo accorti di come, in tema di alimentazione, non si prenda mai in considerazione, in maniera separata, il sesso femminile, né nel modello animale né negli studi su pazienti umani nonostante le profonde differenze, a livello ormonale metabolico e psicologico emotivo della donna durante le diverse fasi del ciclo”.

“Le variazioni ormonali possono anche inficiare il risultato di una dieta ad esempio gli estrogeni, che riducono l’appetito e l’assorbimento dell’energia a livello metabolico, sono più elevati nei primi 14 giorni del ciclo: in questa fase è possibile ridurre le quantità e optare per cibi con maggiore effetto diuretico”.

Dopo l’ovulazione e durante le mestruazioni a crescere è il progesterone, che stimola la fame e la voglia di dolci: “In questa fase è possibile mantenersi in forma riducendo i carboidrati raffinati e preferendo i cibi proteici per ridurre l’appetito. Nulla osta ad inserire, quando la si desidera, una piccola quantità (4-5 quadratini) di cioccolata fondente dal 70% in su, magari la sera dopo cena”.