Dieta del minestrone dopo le feste

Le verdure vi aiuteranno nella disintossicazione, ma attenzione alle diete ipocaloriche e troppo drastiche

 

Dite la verità, dopo i bagordi delle feste natalizie e di Capodanno le avete provate tutte: digiuno, dieta di soli liquidi, litri e litri di tisane, verdure a non finire e dolcetti banditi da casa.
Sono sicura che vi è anche venuto in mente di provare la tanto pubblicizzata e nota dieta del minestrone, ma fate attenzione: regimi alimentari troppo drastici e ipocalorici (proprio come la dieta del minestrone) rischiano di farvi più male che bene.
Come mai? Scopriamolo insieme!

La dieta del minestrone si basa, infatti, sull’assunzione di minestrone e liquidi a volontà in associazione ad altri alimenti solidi “di base” (come crusca, pollo, pesce, patate, yogurt e frutta) per circa 7 giorni di trattamento. Una settimana di sacrifici, ma in vista di un risultato quasi utopistico: perdere in totale almeno 5 kg.

Il minestrone “ideale” deve essere assolutamente light, niente patate, niente zucca e niente legumi, solo pomodori, carote, coste di sedano, cavolo verza, bietola, cipolle e zucchine.

Minestrone-
La dieta del minestrone è un ottimo modo per perdere peso in tempi rapidi

Il parere dei medici

È indubbio che questa dieta sia assolutamente povera di sostanze nutritive, nonché molto squilibrata. Proprio per questi motivi la dieta del minestrone è sconsigliata a chi fa attività fisica intensa, ma anche a chi soffre di diabete, disturbi alimentari, problemi di fegato e reni (che vengono molto stimolati dall’assunzione cospicua di caffè e tè concessi nella dieta del minestrone).

L’assunzione di un così basso numero di calorie può anche causare diversi piccoli problemi di salute come vertigini, stanchezza, sensazione di testa vuota, gas intestinali, dissenteria e diuresi abbondante che possono manifestarsi sopratutto nei primi giorni.

la dieta del minestrone è sconsigliata a chi fa attività fisica intensa, ma anche a chi soffre di diabete, disturbi alimentari, problemi di fegato e reni
La dieta del minestrone è sconsigliata a chi fa attività fisica intensa

Pro

Questa dieta si basa proprio sulle proprietà benefiche delle verdure che, grazie a un alto contenuto di fibre, sali minerali e vitamine, hanno un’alta azione disintossicante e depurativa ideale soprattutto per un’azione detox post feste. Grazie alla grandissima assunzione di verdure, questa dieta ha, inoltre, un apporto calorico molto basso, di circa 800 calorie al giorno e proprio per questo motivo garantisce una perdita di peso consistente e rapida.

La dieta del minestrone, inoltre, aiuta ad abbassare rapidamente colesterolo e trigliceridi e sgonfia l’organismo dai liquidi in eccesso. È utile sopratutto per perdere peso velocemente dopo le abbuffate natalizie, ma anche per perdere qualche kg in vista di un’occasione speciale. Oltretutto si tratta di un regime alimentare molto semplice da seguire: il minestrone è veloce da preparare (anche in anticipo), può essere portato con sè al lavoro e scaldato all’ora di pranzo, non occorre pesare gli alimenti e non ci sono nemmeno calorie da contare. Gli alimenti alla base della dieta sono inoltre poco costosi e le ricette sono facilissime, anche per chi in cucina non è proprio uno chef!

Contro

I contro sono sicuramente più dei pro: si tratta di una dieta ipoproteica che quindi non può essere seguita per più di 15 giorni perché, essendo priva di proteine, si rischia di perdere troppa massa muscolare e non solo massa grassa. Bisogna anche tenere conto del fatto che non tutte le persone sono adatte a seguire questo regime alimentare e che a volte bastano solamente 2-3 giorni di “dieta del minestrone” per avere un’azione detox completa senza incorrere in problemi di salute più e meno gravi.

Inoltre, bisogna essere consapevoli del fatto che la maggior parte del peso che si perde durante la settimana di dieta è dovuto alla perdita di liquidi e quindi è facile recuperare quando si ritorna alle precedenti abitudini alimentari. Per questo bisognerebbe poi seguire una dieta di mantenimento per almeno 3-4 settimane che reintegri pian piano tutti gli alimenti fino a ritornare a un’alimentazione normale e sana.

I contro di questa dieta sono sicuramente più dei pro
I contro di questa dieta sono sicuramente più dei pro