Ecco perché la pasta non fa ingrassare

 

La pasta fa ingrassare e allora noi non la mangiamo. Niente di più falso: questo è solo uno dei falsi miti legati alla pastasciutta, che alcune ricerche scientifiche vogliono sfatare. Ovviamente lo studio di cui vi parliamo oggi è italiano: del resto l’Italia è la patria della pasta. Ma torniamo a noi: chi dice che chi mangia pasta ingrassa e non riesce a dimagrire dice il falso. Chi mangia pasta può rimanere in forma e perdere peso, a patto di seguire dei consigli.

cuocere-la-pasta2
Che buona la pasta!

Lo studio che scagiona la pasta è stato condotto dai ricercatori del Dipartimento di Epidemiologia dell’IRCCS Neuromed di Pozzilli (Isernia), che hanno scoperto che il consumo moderato di pasta non fa ingrassare, anzi, se assunta con regolarità e moderazione ci aiuta proprio a mantenere il peso costante.

I ricercatori, il cui studio è stato pubblicato sulla rivista Nutrition and Diabetes, precisano che il consumo quotidiano non deve essere superiore ai 50 grammi al giorno e non deve superare il 10% delle calorie giornaliere totali. In questo modo possiamo mantenere il peso forma e perdere i chili in eccesso più di coloro che hanno deciso di dire addio per sempre alla pastasciutta.

Molte persone oggi bandiscono la pasta dalla tavola, andandola però poi a sostituire con cibi meno salutari, ad esempio carni rosse in eccesso. E’ senz’altro meglio restare fedeli alla dieta mediterranea, con consumi moderati di tutti i suoi elementi, la pasta in primis“.

Queste le parole di Licia Iacoviello: e allora facciamoci un bel piatto di pasta… poca, ma salutare!

di Redazione