Europa, entro il 2023 divieto di test cosmetici sugli animali

Era ora!

Home > Bellezza > Europa, entro il 2023 divieto di test cosmetici sugli animali

In Europa dal 2023 non si potranno più fare test sugli animali per i prodotti di bellezza. Ed era ora, ci verrebbe da dire. Mentre noi stiamo diventando sempre più consumatori consapevoli, che sanno leggere le etichette per scegliere non solo prodotti sicuri per noi, ma anche cruelty free, ovvero non testati sugli animali, c’era bisogno di una mozione all’Europarlamento per fare in modo che anche le aziende, tutte quante, smettessero con questa pratica ignobile. Davvero c’è ancora chi pensa sia giusto testare i cosmetici sugli animali?

Presto potremo festeggiare, grazie a una mozione che è stata approvata presso la Commissione Ambiente dell’Europarlamento: 63 i voti favorevoli, con una sola astensione, per una mozione che chiede all’Unione Europea di mettere in campo tutta la sua diplomazia per vietare in tutto il mondo e non solo in Europa i testi dei cosmetici sugli animali.

Dovete sapere, infatti, che in Europa è già vietata la vendita di prodotti cosmetici testati sugli animali. E’ dal 2013 che assolutamente non si può fare. Me nell’80 per cento dei paesi del mondo è ancora possibile farlo. E, come si legge nella mozione, le difficoltà ad avere dati attendibili sui prodotti importanti in territorio europo ci mette a dura prova.

E’ un problema serio, come si legge nella mozione, che adesso dovrà essere esaminata dalla assemblea plenaria di Strasburgo che si terrà nel prossimo mese di marzo. La strada della diplomazia, messa in atto dai leader dell’Unione Europea, potrebbe essere quella giusta per ottenere entro il 2023 una convenzione Onu contro i test animali sui prodotti cosmetici.

Quello che possiamo fare noi, in attesa dell’abbandono definitivo di questa pratica disumana, è cercare di fare acquisti sempre più attenti e consapevoli.

Stiamo alla larga dai prodotti cosmetici importati che non indicano chiaramente la dicitura cruelty free. Piuttosto preferiamo quelli europei, che sappiamo essere realizzati senza test animali dal 2013!