Guida all’abbronzatura spray: quando il sole migliore è finto

Basta ore e ore a rosolarsi al sole e serie infinite di lampade, oggi c'è l'abbronzatura spray e non fa male.

 

Prendere il sole fa bene o è meglio evitare? In linea di massima un’esposizione moderata al sole è sempre la scelta migliore, non solo per assumere un colorito dorato, ma anche per la salute delle ossa e per l’umore (è un potente antidepressivo). Ci sono però moltissimi validi motivi per non cedere al fascino della tintarella. Potreste soffrire di allergia al sole, avere una storia di melanoma o dei brutti nevi da proteggere dai raggi, aver fatto un intervento chirurgico o una trattamento estetico (come il laser per la depilazione definitiva) proprio di recente e abbronzarvi è out.
Come si fa? Bisogna rinunciare completamente?

La risposta a queste domande è l’abbronzatura spray, attraverso cui si applica un prodotto che viene spruzzato o nebulizzato con un aerografo e dona un colorito meraviglioso. Non fa male alla pelle, non ha controindicazioni (è ipoallergico) e potrebbe essere una valida soluzione anche per chi ha deciso di non prendere il sole anche semplicemente per non accelerare l’insorgere dei segni del tempo.

Il prodotto per l’abbronzatura spray

abbronzatura
Lo spray si nebulizza con un aerografo

Il cosmetico che viene spruzzato sulla pelle è a base di DHA (sigla del diidrossiacetone), un estratto della canna da zucchero che provoca la colorazione della cute grazie alla sua capacità di reagire con la cheratina presente sullo strato più superficiale della pelle. Fa molto bene perché è altamente idratante e antiossidante. Il DHA non stimola la melanina, agisce solo sullo strato più superficiale della pelle e, non penetrando in profondità, è ben tollerato dalla cute. È perfetto quindi anche per chi di solito è molto sensibile.

Come si applica?

 

Si spruzza solo sul viso o su tutto il corpo. Il trattamento dura pochissimi minuti. Il consiglio è quello, la sera prima, di fare un buono scrub in tutto il corpo. Presentatevi al centro estetico (l’abbronzatura spray si fa solo in centri specializzati) già perfettamente depilate e soprattutto senza creme, oli e makeup. Abbiate con voi abiti comodi e scuri perché, finché non asciuga completamente, tende a macchiare. L’estetista con un aerografo, all’interno di una cabina simile a quella delle lampade, applicherà il prodotto con molta precisione. Un’altra raccomandazione è quella di non fare la doccia per almeno 6 ore, così il prodotto potrà aderire perfettamente alla cute.

Pro dell’abbronzatura spray

Modelmix
Si può scegliere tra 3 colori

– L’effetto è molto naturale. Esistono tre colorazioni tra cui scegliere ed è possibile creare un’abbronzatura stile weekend al mare o più intensa, stile vacanza caraibica, a seconda del proprio gusto. Costa relativamente poco (20 euro a seduta) e i risultati sono immediati.

– Non rovina la pelle e non ci sono tutti gli effetti collaterali della classica tintarella: rossore, eritema, esfoliazione, ecc.

Contro dell’abbronzatura spray

Dura poco. Alla prima doccia il colore scarica moltissimo, poi decisamente meno. Considerate che l’effetto tiene dai 3 ai 7 giorni, per poi scemare. Il posto in cui scarica di più è ovviamente il viso.

Attenzione agli abiti: si macchiano in fretta. Un lavaggio a 30 gradi dovrebbe risolvere il problema. Sono più a rischio le salviette, gli asciugamani e gli accappatoi.

Sostengono che non crei discromie: l’applicazione se ben fatta è perfetta, però durante i lavaggi subentrano anche le chiazze e gli aloni. Aiutatevi sempre con un guanto. E ripetete le sedute spray in tempi ravvicinati per esaltare il colore.

Raccomandazione

L’abbronzatura spray è una tintarella artificiale. Non si è realmente abbronzati, come con le lampade. Ciò vuol dire che dovete esporvi al sole sempre ben protetti, utilizzando filtri solari elevati ed evitando le ore calde della giornata.

 

Foto Crediti: bikiniphoto.org; solardimensions.com