Henné: tutto quello che c’è da sapere e le curiosità

Lo conoscete l'hennè?

Forse non tutti sanno che ne esiste solo uno di hennè, proveniente dalla pianta Lawsonia Inermis. Un trattamento naturale che, non solo colora i capelli, ma li rende anche più forti e lucenti. Qui qualche curiosità:

hennè-curiosità

L’henné è la polvere colorata ottenuta dalla pianta Lawsonia inermis originaria del Medioriente. Scoperta nell’antichità, in Egitto, è il metodo più naturale per colorare i capelli e mantenerli sani. Il processo per ottenere il preparato, una polvere giallo-verdastra da amalgamare con l’acqua per rendere l’impasto pronto all’uso, consiste nel far essiccare le foglie e i rami della pianta. Quello che non tutti sanno è che questo composto è adatto, non solo per ottenere sfumature ramate, ma anche di un castano caldo, se miscelato a una punta di color indaco.

henne-curiosità

L’henné naturale non è permanente. Si lega infatti esternamente alla cheratina del fusto. Ecco perché durante i primi utilizzi, potrebbe non regalare l’effetto colore voluto. In molte lo usano invece per rendere semplicemente più lucenti, disciplinati e meno fragili i capelli, o come alleato contro forfora e dermatite. Le tinte durature hanno invece al loro interno un preparato naturale miscelato a sostanze chimiche che aprono le cuticole del capello e fanno penetrare la colorazione in profondità.

Qui sotto trovate due proposte per l’acquisto:

La Tradizione Erboristica: Forsan Hennè Rosso Egiziano (pacco da 3 in offerta speciale)
Hennè Neutro per la cura dei capelli, senza colorarli 

Se volete preparare un impasto fai-da-te è semplice, ma dovrete munirvi di pazienza e di una buona manualità per ottenere una tonalizzazione uniforme. Fate bollire un pentolino d’acqua e, una volta calda, iniziate a impastare la polvere di henné, mescolando solo con arnesi di legno, stendete poi il composto in modo omogeneo sulla chioma bagnata e lasciate in posa un’ora, ricordandovi di avvolgere le lunghezze nella pellicola trasparente.