I 7 trattamenti per i capelli più aggressivi di tutti

Scopriamo quali sono e le rispettive soluzioni alternative

 

Pensiamo a quante cose possiamo fare sui nostri capelli, dalla colorazione alla piega, ma dobbiamo prestare attenzione per evitare danni a lungo andare. La prima cosa da fare è informarsi su cosa sono i vari trattamenti e cosa comportano, scegliere le soluzioni meno aggressive ed affidarsi a parrucchieri veramente esperti. Ecco allora alcuni consigli per affrontare al meglio alcuni tipi di trattamenti.

I trattamenti più aggressivi

capelli-primavera-onde-morbide
Trattamenti capelli

1) Colorazione permanente

E’ la “tinta a ossidazione permanente”, contiene acqua ossigenata che permette di colorare o schiarire il colore in modo permanente, coprendo alla perfezione i bianchi. Essendo un trattamento chimico può danneggiare il capello o, in caso di allergie, irritare il cuoio capelluto. Un’alternativa a questo trattamento può essere la scelta di una colorazione tono su tono priva di ammoniaca che garantisce comunque un colore luminoso, la copertura dei capelli bianchi, anche se con una durata più breve di circa  28 lavaggi.

2) Decolorazione

Decolorazione
Decolorazione

Per alcune colorazioni come il biondo glacé, il grigio e il bianco, di una decolorazione del capello, che si fa prima di procedere con la tintura. Per decolorare viene sollecitato lo strato delle cuticole dei capelli per renderlo permeabile alla soluzione decolorante. Il perossido di idrogeno contenuto nel prodotto può così penetrare in profondità nel fusto, dove ossida i pigmenti esistenti, privandoli del colore.

In questo caso possiamo scegliere dei prodotti decoloranti con una concentrazione minore di perossido di idrogeno. La decolorazione avviene in più fasi: per esempio se si vuole ottenere il biondo chiarissimo, i capelli durante il trattamento passano dalle gradazioni del rosso, del  giallo fino al colore biondo definitivo.

3) Bleaching

È il trattamento di decolorazione più aggressivo di tutti. Il termine deriva dall’inglese “to bleach”, sbiancare, e in ambito hairstyle significa togliere il colore ai capelli per ottenere nuance molto chiare come il bianco e il grigio.

Si utilizza una polvere decolorante arricchita da un ossidante che toglie la melanina fino a ottenere la tonalità desiderata. È un trattamento molto invasivo poiché il capello cambia la propria struttura  e potrebbe anche spezzarsi, se il bleaching non viene eseguito alla perfezione.

4) Piastra

piastra
Piastra

Per ottenere un liscio perfettamente disteso l’unica soluzione è la piastra ma che a lungo andare può danneggiare  il capello a causa dell’elevato calore che sprigiona. La soluzione è scgliere uno strumento con buone caratteristiche e avere alcune accortezze durante l’utilizzo. Per esempio le piastre  piastre in ceramica o in tormalina che distribuiscono meglio il calore e con temperatura regolabile, anche autonomamente.

Un’altro consiglio è di non asciugare mai i capelli da bagnati: questi hanno una struttura chimica alterata che il calore può danneggiare permanentemente. E mai dimenticare di utilizzare un prodotto pre-brushing che protegga dal calore.

5) Trattamenti liscianti

Un tempo rovinavano molto i capelli perché a base di formaldeide, ma oggi si può ricorrere a prodotti migliori, con ingredienti meno aggressivi (attivi vegetali) e cheratina, con stessi risultati.

La stiratura permanente  causa una rottura dei ponti di zolfo della cheratina di cui è fatta la struttura del capello. I liscianti chimici aprono i ponti di zolfo di cheratina, in modo da distendere il capelli,  che poi vengono rigenerati con successiva applicazione di sostanze ossidanti.

6) Permanente

capelli-ricci-trucchi-e-consigli_d61632730354360c6888ad2da2fb0ae8
Permanente

Ancora oggi  è necessario un trattamento a base di sostanze chimiche per arricciare i capelli. Ad ogni modo esistono delle formulazioni  con  agenti che si prendono cura dei capelli come le proteine della seta che rendono la capigliatura più sinuosa, l’aloe vera dalle proprietà idratanti e gli amminoacidi che contribuiscono a mantenere il capello vitale ed elastico.

I capelli sottoposti a permanente hanno bisogno di cure speciali, come shampoo e lozioni a base di preziosi oli vegetali. Appena fatta una permanente, evitare di tingere i capelli per almeno una settimana, dopodichè  orientarsi verso alternative più delicate come una tintura temporanea o uno shampoo colorante.

7) Extension

Purtroppo le extension possono causare alopecia e seri problemi al cuoio capelluto se non sono applicate da un serio professionista.  Il metodo di fissaggio con cheratina è il più pericoloso: consiste nell’attaccare le extension con la cheratina, utilizzata come fosse colla, alle ciocche di capelli fondendo  a caldo o a freddo i punti di unione con la tecnica degli ultrasuoni.

Fonte: glamour.it