I fichi d’india fanno ingrassare?

Scopriamo le sorprendenti proprietà di questo frutto

 

Probabilmente non sarete delle assidue consumatrici di fichi d’india – specialmente perchè sono un pò noiosi da sbucciare. Questo frutto di colore giallo aranciato è ricco di proprietà e nasce da una pianta grassa nel periodo estivo.

Dalla forma tonda o allungata, i fichi d’india sono caratterizzati da un esterno ricoperto di spine. Il frutto è costituito da una polpa succosa e carnosa molto ricca di acqua, zuccheri, vitamine e sostanze minerali e nella quale si trovano numerosi semini.

Le proprietà e calorie

Questi frutti sono ricchi di vitamine, soprattutto vitamina C e minerali tra cui potassio e magnesio. Contengono inoltre molte fibre che aiutano la peristalsi intestinali contrastando il problema della stitichezza.

Sempre grazie alla presenza delle fibre, i fichi d’india aumentano il senso di sazietà e sono utili inoltre per assimilare meno grassi e zuccheri tenendo a bada glicemia e sovrappeso. Ecco perché vengono spesso consigliati come spuntino per chi è a dieta e vuole perdere i chili di troppo.

Fichi d'India 2
Fichi d’India proprietà

Questi frutti inoltre favoriscono la diuresi, riducendo il rischio di calcoli renali e in alcuni casi addirittura favorendo l’eliminazione di quelli già presenti. Sono ricchissimi di antiossidanti, sostanze utili al nostro corpo per combattere i radicali liberi e l’invecchiamento cellulare.

I fichi d’india sono frutti poco calorici: 100 grammi apportano infatti al nostro organismo circa 55 calorie. C’è da considerare però che un singolo frutto pesa intorno ai 200-300 grammi arrivando solo in rari casi a 400 grammi – ma possiamo sempre mangiarne solo un pezzetto!