La dieta flexitariana: perché è così popolare?

 

L’ultima trovata nel mondo delle diete è la dieta flaxitariana, che prende il nome dall’unione di due parole: flessibile e vegetariana.
Lanciata dalla nutrizionista americana Dawn Jackson Blatner con il libro “The flexitarian diet: the mostly vegetarian way to lose weight, be healthier, prevent disease, and add years to your life”, si tratta di un regime alimentare vegetariano, ma flessibile perché prevede il consumo di carboidrati e vegetali e, due volte alla settimana, anche di proteine animali. Con questa dieta, promossa anche dall’attrice Gwyneth Paltrow, assumerete circa 1300 calorie giornaliere (considerando tutti i pasti) e, se seguita regolarmente per due settimane, potrete perdere dai 3 ai 4 chili in tempi rapidi senza troppe rinunce.

Un modo per avvicinarsi a una dieta vegetariana, senza rinunciare a una bella bistecca ogni tanto!

Calorie giornaliere

Diet
Dieta flexitariana

Ovviamente la quantità di calorie da assumere durante l’arco della giornata è soggettiva, come per tutte le diete. Tuttavia per questo tipo di dieta la quantità media prevista va dalle 1300 alle 1800 calorie giornaliere da suddividere in tre pasti principali e due spuntini.

Cosa mangiare

Cosa mangiare nella dieta flexitariana

Gli alimenti da prediligere sono frutta e verdura, cereali integrali, legumi e i derivati dalla soia come il tofu e il tempeh, la frutta secca e piccole dosi di carne, pesce, uova e latticini perché le proteine di origine animale potrete mangiarle solo due volte alla settimana. Tra gli alimenti favorevoli emerge l’avena, ricca di fibre e benefici per la dieta e la perdita di peso. Banditi invece nella dieta flexitariana i lieviti, quindi pane e pizza, e gli zuccheri raffinati.

Colazione

Yogurt e cereali

La colazione ideale nella dieta flexitariana conta circa 200-300 calorie e prevede il consumo di 200ml di latte scremato con due fette biscottate integrali, ricche di fibre, oppure potete sostituire il latte con uno yogurt magro bianco con cereali integrali e frutta fresca a cui accompagnare anche una bevanda calda a piacere come il the verde.

Pranzo

Riso con verdure

Per pranzo avrete più opzioni, ma sarà fondamentale che assumiate sempre una buona quantità di verdura. Per esempio, potrete prepararvi un primo piatto come pasta o riso, sempre meglio integrale, accompagnato da verdure, meglio se cotte a vapore, come zucchine, cavolfiore, carote e carciofi, in modo da sentirvi più sazie. Terminate sempre il pasto con della frutta.

Spuntini

Mangiare una porzione di frutta fresca di stagione

Lo spuntino è fondamentale per dimagrire, infatti molti nutrizionisti consigliano di inserirlo nella propria dieta, ma cosa mangiare se state seguendo la dieta flexitariana? Lo spuntino va consumato a metà mattinata e metà pomeriggio e potrete mangiare uno yogurt magro o un frutto fresco.

Cena

Pollo e insalata

Nella cena flexitariana potrete sbizzarrirvi a creare piatti unici e nutrienti, ricchi di fibre, come per esempio 50gr di orzo in chicchi o di riso basmati, con 40gr di fagioli o 150-200gr di verdura fresca di stagione. Per il condimento due cucchiaini di olio extravergine d’oliva e, per terminare il pasto un frutto fresco e tre mandorle.

Quando invece vorrete assumere proteine animali, potete cucinate pollo, pesce o carne rossa, con insalata mista di contorno.

Fonti foto: rendidrasin.com, sheknows.com, huffingtonpost.com, femside.com, bluepron.com, drannblog.com, dhryman.com

di Angelica Giannini