La dieta tricolore per prepararsi al Natale

E arrivi in forma perfetta per le feste

 

Manca esattamente un mese a Natale ed è arrivato il momento di prepararsi nel modo giusto per non accumulare sui fianchi le conseguenze degli stravizi delle feste: le visite dei parenti che ci offrono dolci e bibite, il pranzo natalizio con le sue numerose portate, il cenone di Capodanno con lenticchie e cotechino… tutto contribuisce a mettere a rischio la nostra linea.
E noi dobbiamo correre ai ripari.
Essendo poco il tempo a nostra disposizione, l’unica chance che abbiamo è quella di fare qualche sacrificio in più adesso, pensando alla maggiore libertà, anche se controllata, che avremo durante le cene e i pranzi delle feste.

Ricordate inoltre che le feste di Natale comprendono 4 giorni in tutto, non 2 settimane: i giorni in cui è concesso mangiare tranquillamente sono la cena della vigilia, il pranzo di Natale e di Santo Stefano, e infine la cena di Capodanno. Tutti gli altri giorni si torna a seguire una dieta più equilibrata e leggera, per disintossicarsi dagli eccessi delle feste.

Il programma dietetico

Quello che vi propongo oggi è uno schema di tre settimane che vi accompagnerà fino a Natale e che, se seguito correttamente, vi consentirà di perdere diversi chiletti e arrivare alle feste in ottima forma.
L’ho chiamata Dieta Tricolore, o “del semaforo” se preferite, perché ogni settimana ha un colore che corrisponde al grado di difficoltà e di restrizione: la prima settimana è rossa ed è tendenzialmente più proteica, poi c’è la seconda settimana che è gialla, in cui vengono inseriti un maggior numero di carboidrati e infine c’è la settimana verde che è una dieta più equilibrata.

Rinuncia agli alimenti grassi e dannosi

Lo schema da seguire

I SETTIMANA (ROSSA)

Colazione
Tè o caffè o orzo o tisane (senza zucchero) + Latte parzialmente scremato (1 tazza) o yogurt magro bianco o alla frutta (1 vasetto) + Frutta fresca di stagione (sbucciata o sotto forma di spremuta senza zucchero) escludendo banane, fichi, uva, cachi.

Pranzo e cena: scegliere una delle seguenti pietanze

– CARNI MAGRE:
pollo, tacchino, coniglio (da consumarsi non più di tre – quattro volte alla settimana)
Maiale magro, vitello magro, capretto, manzo magro, cavallo, cacciagione (non più di due volte a settimana)
Bresaola o prosciutto crudo sgrassato  (da consumarsi non più di una volta a settimana)

– PESCE MAGRO O CROSTACEI: (almeno tre volte a settimana)
Polpo, calamari, seppie, merluzzo, nasello, sogliola, spigola, cernia (porzioni limitate), alice, dentice, sarago, sgombro, pesce spada, triglia, salmone (porzioni limitate), vongole, tonno al naturale, halibut, platessa, cozze

– UOVA: (2 a settimana)
Da assumere sode o sotto forma di frittata al forno o in padella antiaderente

– FORMAGGI MAGRI: (da consumarsi non più di 1 volta alla settimana)
Ricotta (130 gr), certosino(100 gr), Philadelphia(60 gr), asiago(100 gr), linea, iocca (200 gr)

A partire dal 5° giorno di dieta è possibile:
– aggiungere 60 gr al giorno di pane integrale o di segale
– sostituire un secondo con legumi assoluti (Ceci, fagioli, fave, lenticchie) o con le verdure da consumarsi una volta a settimana

– VERDURA consentita in questa settimana:

Pomodori, funghi, zucchine, scarole, zucca, broccoli, carciofi, spinaci, bietole, verza, radicchio, insalata, finocchi, cetrioli, cicoria, scarole, cavoli, fagiolini, melanzane, peperoni.

– CONDIMENTI: olio extravergine di oliva: 2 cucchiaini al dì a crudo; limone, aceto e spezie q.b.

La dieta tricolore per prepararsi al Natale

II SETTIMANA (GIALLA)

La colazione rimane invariata

Pranzo e cena
Oltre alle pietanze presenti nella precedente settimana è possibile consumare:

– sempre 60 gr. di pane integrale o di segale al giorno;
– una porzione da 200 gr. di patate lesse o al forno (una volta alla settimana)
– un porzione di minestrone completo con legumi (una volta alla settimana)

III SETTIMANA (VERDE)

Colazione:
Tè o caffè o orzo o tisane (senza zucchero con dolcificante) + Latte parzialmente scremato (1 tazza) o yogurt magro bianco o alla frutta (1 vasetto) + Frutta fresca di stagione (sbucciata o sotto forma di spremuta senza zucchero) escludendo banane, fichi, uva, cachi oppure 30 gr di cereali integrali o una barretta di cereali.

Pranzo e cena
Oltre alle pietanze presenti nella precedente settimana è possibile consumare:

– Pasta o riso (60-80 gr) con verdure o ortaggi consigliati (due volte alla settimana)

 

Acne sulle spalle, da cosa è causata e come si può eliminare

Come proteggere gli occhi d'estate

I primi phon: come si asciugavano i capelli negli anni '30

Il no poo funziona oppure no?

Kate Middleton, il trucco di bellezza per la pelle low cost che tutte possiamo emulare

Acconciature anni 50, tutte le più belle da imitare per essere bella e retrò

Kate Middleton e Meghan Markle: quale delle due Duchesse sta invecchiando meglio?