Le 11 scuse più comuni che usiamo quando mangiamo male

 

Ammettiamolo, quante volte abbiamo cominciato una dieta o anche solo uno stile alimentare più sano e poi ci siamo arenate perché cedere alle tentazioni è più facile? Mangiare un gelato di tanto in tanto non fa male, anzi, fa bene all’umore, l’importante è che questa eccezione non diventi una regola. Non è solo una questione di estetica: mangiare bene e sano è importante anche e soprattutto per la nostra salute. Cadere in tentazione è facile e poi, chissà perché, ci nascondiamo sempre dietro a scuse che dobbiamo smettere di usare. Le 11 scuse più comuni ce le svela Giovanni Porta, psicoterapeuta esperto in alimentazione.

Se nessuno mi vede mangiarlo, non ha calorie...
Se nessuno mi vede mangiarlo, non ha calorie…

1. La mattina non ho tempo e prendo un caffè al volo e poi scappo via.

2. Sono sempre in giro e mangio quando posso, quindi troppo e male

3. Mi sento stanco e quindi mi riempio di bibite zuccherate o di snack perché danno energia

4. Lavoro tanto, o ho troppi impegni all’università, e non ho tempo per mangiare, quindi la sera mi abbuffo

5. Sono con un cliente al quarto caffè zuccherato della mattina. Come faccio a non berlo anche con lui?

6. Mi sono rimasti degli avanzi non posso proprio buttarli, quindi li mangio

7. Sono con gli amici e non ce la faccio a resistere a prendere con loro un aperitivo o un gelato, anche se ho già fatto uno spuntino prima

8. E’ rimasta della buona torta fatta in casa. Che male può fare se ne mangio un po’?

9. Prima di sedermi a tavola mi rilasso con un buon bicchiere di vino, è solo uno.

10. Mi metto comodo sul divano la sera e faccio spuntini frequenti o bevo alcolici per rilassarmi? Che male può fare?

11. Oggi ho probabilmente mangiato troppo, ma sono stressato e quindi giustificato

Mangiare o non mangiare... questo è il problema!
Mangiare o non mangiare… questo è il problema!

Una volta ammesso che usiamo anche noi queste scuse e che, quindi, nonostante la buona volontà, cadendo sempre in tentazione, finiamo con ingrassare, prendere peso o avere disturbi legati a una cattiva alimentazione, come possiamo fare per rompere il circolo vizioso? E’ sempre lo psicoterapeuta a darci i suoi consigli:

1. Prendetevi dei momenti per voi, vi aiuteranno a gestire lo stress. Trovate un modo di coccolarvi senza mangiare.

2. Fate un elenco di quello che mangiate durante il giorno, per capire qualità e quantità del cibo che ingerite. Poi rivolgetevi a professionisti della nutrizione (dietologi e nutrizionisti) per creare piani personalizzati.

3. Se mangiate per stress, per consolarvi, perché siete tristi o delusi, forse c’è qualcosa che non va nella vostra vita. Chiedete consiglio a uno psicoterapeuta, per riuscire ad accettare le proprie emozioni, senza affogarle nel cibo.

E basta con le scuse:

di Redazione