Nail Art: la riga nera che fa tendenza

Basta riga nera che copre la ricrescita, adesso la riga nera deve essere obliqua.

Nail art nei toni del rosso e nero? Stanche della vecchia french manicure con unghia rossa e linea nera orizzontale che compre la ricrescita? Adesso la nuova tendenza è diversa. In vista anche delle feste di Natale, per dare un tocco di originalità alle vostre unghie, la base deve essere rossa, mentre la linea nera orizzontale si sposta: può essere realizzata di lato diagonalmente o messa al centro come se tagliasse in due l’unghia. Per realizzarla ci va precisione, per evitare sbavature.

nail art mani

A sinistra il vecchio stile, a destra due rivisitazioni originali

Cominciate con una manicure perfetta, la lunghezza dell’unghia deve essere media. L’ideale per realizzare questa french manicure è avere le unghie in stile squoval, quindi squadrata dai bordi però morbidi, praticamente quasi ovalare.

Passate prima una base incolore, vi serve per proteggere l’unghia e per far sì che lo smalto colorato si distribuisca in maniera uniforme. Poi prendete uno smalto rosso, non eccessivamente vivace, ma neanche troppo spento e stendetelo sull’unghia.

[inline-related id=”617300″]

Aspettate che si asciughi bene. Ora prendete lo smalto nero e tracciate con precisione la riga nera: può essere trasversale alla lunghezza dell’unghia e accompagnare il bordo dell’unghia o essere posta proprio al centro.

Per essere sicure di fare una riga nera dritta che non sbavi, aiutatevi con un righello o un cartoncino. Una volta fatta la riga, aspettate che lo smalto nero sia asciutto prima di sollevare righello o cartoncino, altrimenti quando lo togliete è possibile che si formino delle sbavature.

Foto: InstagramPinterest.

Shafaq Novruz: trasforma le ragazze in donne meravigliose

Rimedi della nonna contro il prurito ai piedi

Come usare il mollettone capelli, per creare acconciature chic

Cosa fare con un tatuaggio che si spella?

L'olio di oliva e il sale curano ogni dolore

Quando dura la menopausa e quali sono i suoi primi sintomi

Dieta 80-20, molto più di una dieta: uno stile di vita!