Pedicure: 5 consigli per curare al meglio i piedi

Non vergognatevi più di indossare i sandali!

Siamo nel pieno dell’estate e ancora non avete indossato quei fantastici sandaletti presi con i saldi? Un vero peccato, considerando che fa talmente caldo che i vostri piedi preferirebbero non bollire dentro delle scarpe chiuse!
Se il vostro problema sono i piedi dall’aspetto poco curato, ecco dei semplici consigli da mettere in pratica durante la pedicure casalinga!


ACQUISTA TAPPETINO FRESCO

Fare il pediluvio


Il pediluvio è alla base di una buona pedicure, estate o inverno che sia, per prendersi cura davvero dei nostri piedi.
Ma come farlo? Se l’obiettivo è ammorbidire la pelle ispessita, rimuovere duroni o anche solo alleviare dolore e crampi, l’acqua calda è la scelta giusta. Se invece vogliamo tonificare e rinfrescare i piedi, bisogna optare per acqua fresca e, per stimolare la circolazione, alternare acqua calda e fredda.
Provate ad aggiungere all’acqua fredda alcune gocce di olio essenziale di menta, l’effetto sgonfiante è assicurato! Aggiungiamo anche del sale grosso e il pediluvio è perfetto!

Sali per pediluvio, con Tea Tree Oil
Sali da bagno alla lavanda

Fare uno scrub

Dopo al pediluvio, c’è bisogno di uno scrub, che aiuta a rilassarsi ed esfolia benissimo anche la pelle dura dei piedi. In commercio ce ne sono tanti già pronti, ma come sempre si può ricorrere a al metodo fai da te.
Contro i talloni secchi e screpolati si può utilizzare uno scrub a base di zucchero di canna e olio di cocco che, strofinato sui piedi e lasciato riposare qualche minuto, dona morbidezza. Altra opzione, molto adatta al termine di una lunga giornata, è il pediluvio con il bicarbonato, seguito da uno scrub con miele, bicarbonato e acqua. Oppure utilizzare l’olio di mandorle dolci, noto per le sue proprietà emollienti e idratanti, unito a olio essenziale di menta piperita, zucchero di canna e fiocchi d’avena. Sono tutti rimedi naturali che, se massaggiati con decisione e movimenti circolari, esfoliano e idratano, rimuovendo cellule morte e pelle secca.

Scrub piedi Himalaya, con Aloe Vera
Scrub Foot Factory, ai frutti di bosco

Rimuovere la pelle indurita

Usate quello che preferite. L’importante è che, se avete talloni secchi e pelle ispessita, effettuiate anche questo tipo di esfoliazione. Pietra pomice, o i nuovi apparecchi come il Velvet Soft Scholl, sono importanti per rimuovere la pelle morta ed evitare fastidiose screpolature. In commercio ci sono anche le maschere per i piedi, ma meglio evitare di usarle in estate, in quanto esfoliano pesantemente il piede e non è molto estetico da vedere.

Idratare

Uno step molto importante che non andrebbe mai saltato se si vuole ottenere una pedicure perfetta e che duri! L’ideale sarebbe inoltre idratare i piedi tutte le sere prima di andare a dormire. Come idratare? Anche qui di opzioni ce ne sono tante, e bisognerebbe scegliere quella con cui ci troviamo meglio e anche adatta alla stagione. Pensando all’estate è meglio optare per un’idratazione che non lascia i piedi appiccicosi, scivolosi e appesantiti.
Ci sono tante creme idratanti apposite per i piedi, oltre che i sempre efficaci rimedi naturali. Uno dei migliori? Ma ovviamente il burro di karité! Un valido aiuto per ammorbidire la pelle dei piedi, soprattutto se ci sono calli e duroni.

PraNaturals Burro di Karitè 100% naturale
Simon & Tom crema idratante per i piedi con Olio di Argan, Tea Tree Oil e Menta

Lava, esfolia e… taglia!

Quando si fa la pedicure, non bisogna limitarsi a rimuovere solo il vecchio smalto dalle unghie, ma bisogna dare loro le cure utili a evitare ingiallimenti, ispessimenti o, peggio, infezioni. L’ideale sarebbe fare il pediluvio dopo aver rimosso lo smalto e approfittare dell’ammollo per dare una bella spazzolata alle unghie. Quindi idratarle e tagliarle in maniera corretta per evitare che si incarniscano.