Perchè dovremmo mangiare gli anacardi?

Ottimi per un apertivo, sono tanto sfiziosi quanto ricchi di proprietà per il nostro organismo

 

Le proprietà degli anacardi sono molte e potremmo quindi inserirli un più spesso nella nostra dieta variando con la più tradizionale frutta secca. Gli anacardi infatti contengono diverse sostanze benefiche per il nostro organismo, specialmente grassi buoni come acido oleico –  lo stesso che si ritrova nell’olio di oliva – tanto utile alla salute del cuore.

Questi frutti sono inoltre ricchi di magnesio, minerale fondamentale per il nostro organismo a livello muscolare e nervoso. Buona anche la presenza di vitamine del gruppo B, di aminoacidi essenziali e di minerali come potassio, fosforo, sodio, zinco, rame, ferro e selenio.

Tutta questa ricchezza di nutrienti insieme alla presenza di un importante precursore della serotonina, il triptofano fa sì che questi frutti possano agire in maniera del tutto naturale sull’umore.

Anacardi2
Anacardi proprietà

Una recente ricerca li avrebbe definiti dei veri e propri antidepressivi naturali. Sono inoltre ricchi di sostanze antiossidanti come la zeaxantina – che protegge dal rischio di degenerazione oculare dovuta all’anzianità. Gli anacardi hanno anche effetti benefici nei confronti del diabete tipo 2, poichè andrebbero infatti ad aiutare le cellule nell’assorbimento corretto dello zucchero.

Rispetto ad altro genere di frutta secca, poi, gli anacardi hanno un contenuto di grassi inferiori e non contengono colesterolo. Sono quindi uno snack salutare e adatto anche a chi vuole perdere peso. Si possono  mangiare un paio di volte a settimana in una dose di 15-20 grammi.
Gli anacardi offrono circa 550 calorie ogni 100 grammi. Ecco perché, nonostante siano frutti estremamente benefici, vanno consumati con una certa moderazione.

L’unica reale controindicazione degli anacardi sta nella presenza in questi frutti secchi di nichel (5,1 microgrammi per grammo), non adatto a chi è allergico.