Perchè dovresti bere il Karkadè

Scorpiamo tutti i benefici dell'infuso

 

Il karkadè è particolare infuso dal colore rosso intenso che si consuma con regolarità in paesi come l’Egitto. Si ottiene dai fiori di una varietà di ibisco, Hibiscus Sabdariffa, boccioli color violaceo – magenta essiccati che vengono messi direttamente nell’acqua. Il karkadè  è anche reperibile sotto forma di bustine classiche da tè. L’infuso di karkadè si può bere caldo, con zucchero o con l’aggiunta di succo di limone, oppure freddo. E’ un’ottima bibita rinfrescante dal sapore floreale, con una nota acida.

Il karkadè ha proprietà altamente dissetanti, estremamente utili a latitudini calde, ed è un ottimo diuretico oltre che disinfettante delle vie urinarie. Si può bere anche in caso di stipsi, in quanto leggermente lassativo.

Digital StillCamera
Karkadè

Tra le altre proprietà del karkadè, quella di regolare la pressione sanguigna e contrastare l’ipertensione.  I fiori di ibisco sono ricchi di antocianine e di conseguenza flavonoidie dunque utili anti-aging. Il karkadè stimola inoltre i processi digestivi.

Il  karkadè si rivela utile anche per uso esterno: si può applicare come un impacco (imbevendo una garza con un infuso ben concentrato) per lenire la pelle irritata, specialmente dopo l’esposizione al sole.