Shampoo secco: come si usa?

Quando e come ricorrere allo shampoo secco per rinfrescare i capelli senza utilizzare l’acqua

Fra gli scaffali dei negozi e dei supermercati sono sempre più presenti gli shampoo secco.
Ma cosa sono? Come si usano? Ma soprattutto, funzionano? Quante volte vi è capitato di dover uscire di casa senza avere il tempo per lavare i capelli? Questa, ad esempio, sarebbe una buona occasione per ricorrere allo shampoo secco e rinfrescare i capelli senza doverli lavare. Una sorta di prodotto SOS per le emergenze!


shampoo-secco-come-si-usa


Lo shampoo secco è disponibile in formato spray o in polvere, si tratta di un mix di talco, amidi ed estratti sebo regolatori che hanno la funzione di assorbire le oleosità dal cuoio capelluto e dare freschezza ai capelli non più puliti.

Come si usa?

È semplicissimo. Dopo aver spazzolato i capelli si vaporizza il prodotto direttamente sulle radici e si massaggia il cuoio capelluto. Questo processo permette alle polveri di assorbire il sebo in eccesso.
Dopo un tempo di posa di circa 5 minuti è possibile spazzolare la chioma vigorosamente per rimuovere i residui. I capelli sembreranno puliti come appena lavati e anche più corposi.

shampoo-secco-come-si-usa

Ma lo shampoo secco funziona?

Il vantaggio dello shampoo secco non è solo quello di prolungare il tempo fra uno shampoo e il successivo, ma è anche in grado di conferire volume e corpo alla chioma. Dunque è ottimo anche in caso di pettinature che altrimenti comporterebbero una cotonatura, oltre che per prolungare la tenuta delle acconciature. Particolarmente consigliato per chi ha i capelli grassi, trasforma la chioma lavata da due o tre giorni in una chioma pulita, lucida e corposa!

shampoo-secco-come-si-usa

Quali sono i migliori marchi in commercio?
Primo fra tutti Batist, disponibile in tante varianti, ma anche Diego dalla Palma, Aveda, Garnier, Fructis, Collistar, Bumble and Bumble, Lush e Sephora.