Tatuaggi, tutto quello che c’è da sapere

Non è una decisione da prendere alla leggera, mai!

I tatuaggi vanno sempre più di moda! Si stima che circa 7 milioni di nostri connazionali hanno un tattoo sulla pelle, circa il 12,8 per cento della popolazione. Per chi non ce l’ha ancora e chi lo vorrebbe tanto avere o magari ne vorrebbe avere un altro, gli esperti danno i loro preziosi consigli per sapere tutto quello che c’è da conoscere su questi simboli, disegni, scritte, volti e molto altro che rimangono per sempre impressi aulla pelle, come farlo in sicurezza e cosa bisogna sapere anche per togliersi il tatuaggio.



ACQUISTA TAPPETINO FRESCO

Il dottor Paolo Sbano, medico dermatologo a Viterbo, sottolinea che è importante rivolgersi a centri abilitati e, quindi, a professionisti del settore. Meglio optare per tatuatori che usano guanti, maschera e camice monouso, aghi sterili e monouso e che danno informazioni sulla composizione degli inchiostri, che a loro volta devono essere sterili, atossici e contenuti in contenitori monouso.

Ogni cliente deve firmare un consenso informato relativo ai rischi, ai materiali e ai prodotti utilizzati. Dovreste evitare di farvi fare dei tatuaggi in zone del corpo dove sono presenti nei o in parti del corpo che non sono del tutto sane e integre. E prima devono essere disinfettate. Se notate dei problemi, andate subito dal medico.

Secondo un recente studio, il 41,7% degli italiani è adeguatamente informato sulle controindicazioni legate al tatuaggio, mentre la restante parte ha un’informazione generica sui rischi. Tra quelli che si considerano più frequenti, troviamo le reazioni allergiche. Il medico sottolinea che “sono causate dal fatto stesso di iniettare sostanze nel nostro organismo. Ci sono poi pigmenti più rischiosi di per sé, come il rosso, l’arancione o il rosa, che contengono materiali metallici come il ferro, che sono più reattivi per l’organismo. Il rosso, in particolare, provoca più facilmente una reazione allergica”.

E se vogliamo farci rimuovere un tatuaggio? Il laser ci consente di rimuovere o modificare un tatoo che non vogliamo più avere o che ha creato una reazione allergica. 6 italiani su 10 ci pensano almeno una volta. Il 30% di che ne possiede o possedeva uno lo ha già rimosso: non piaceva più, amore finito, voglia di sostituirlo con uno nuovo…

Non tutti i tatuaggi si possono rimuovere facilmente: il giallo e il bianco sono i più difficili, mentre per gli altri colori esistono soluzioni di trattamenti laser diversi.