Una messa in piega perfetta anche con il caldo

Ogni giorno combattete con il crespo causato dall'umidità? Dallo shampoo al fissaggio, ecco la soluzione

 

Umidità, caldo, sudore. Sono questi i principali tre nemici dei capelli durante il periodo estivo. Soprattutto per chi non è stata baciata dalla fortuna e deve combattere ogni giorno con il crespo causato dalle alte temperature!
Se anche voi non avete una chioma ben definita, se i vostri capelli non sono ricci né lisci, se non rispondono affatto bene al caldo umido, se finite sempre per legarli anche subito dopo lo shampoo o dovete lavarli ogni singolo giorno perché non sembriate delle pazze, ecco 5 consigli che possono aiutarvi a superare questo scoglio e far durare la piega anche a temperature non proprio ideali.

Lavate la chioma in modo giusto

trending-reverse-shampooing

Il primo passo è uno shampoo fatto bene

Cercate di usare prodotti per lo shampoo che contengono meno solfati e più vitamine, oli e minerali per mantenere il capello in salute. In più, oltre a lavare per bene i capelli, vi aiuteranno a proteggerli dal calore di asciugacapelli e piastre e quindi a limitarne il crespo.

Stirate i capelli solo se completamente asciutti

turbamte-azzur-b

Turbante in microfibra

Il segreto per capelli perfettamente stirati è che siano del tutto asciutti. Non passate la piastra su capelli umidi o addirittura bagnati, anzi, abbiate la certezza che siano almeno per l’80% asciutti prima di cominciare. Se volete aggiungere un po’ di volume di base, asciugateli semplicemente a testa in giù aiutandovi con le dita come fossero un pettine. Un consiglio: usate asciugamani in microfibra, assorbono l’acqua perfettamente, permettendovi di partire già da un buon punto per asciugare la vostra chioma. Su Amazon.it ne trovate tantissimi.

Divideteli sempre in sezioni

capelli-pettine

Dividere i capelli in sezioni per lavarli e asciugarli meglio

Questo punto non farà piacere alle più pigre. Ma se volete avere i capelli in ordine, è necessario. Evitate dunque di asciugarli tutti insieme, divideteli in piccole e medie sezioni e lavorate una alla volta. Aiutatevi con un pettine a coda, come questo di Shaka.

Usate la giusta spazzola (e la giusta piastra!)

Piastra-con-punte-isolate-termicamente

Piastra per capelli

Il modo migliore per ottenere capelli ben stirati e a posto è utilizzare una buona spazzola. Che siate fan di quella rotonda o di quelle schiacciate, fate attenzione che non tirino e spezzino i capelli perché potrebbero darvi l’effetto opposto. Altro strumento fondamentale da scegliere con grande attenzione è la piastra: ce ne sono di tutte le misure, tipi, con piastre in ceramica o arricchite da elementi benefici per i capelli come  l’olio di argan, la cheratina, le proteine della seta e rivestimenti in perla. Sul sito qualescegliere.it ce ne sono molte e, oltre a un confronto di prezzi tra vari siti dove potete acquistarle, ci sono anche consigli su come scegliere la piastra perfetta per voi.

Fissate il tutto

final_fix

GhD final fix

Una volta terminata la messa in piega, il lavoro non è finito. Non fidatevi dell’umidità perché è una nemica che colpisce anche una piega fatta bene. Fissate il tutto alla fine con uno spray anti umidità come questo di Ghd “Final Fix”.

Capelli bianchi a 20 anni: cause e rimedi efficaci

15 rimedi naturali contro l'acidità di stomaco e il reflusso

Fruttoterapia: il potere terapeutico della frutta

Manicure cresciuta o imperfetta? 5 idee per sistemarla subito

Donna si fa il filler per riempire il viso: ecco il risultato

Come depilarsi da sola l'inguine senza irritare la pelle

Kate Middleton e Meghan Markle: quale delle due Duchesse sta invecchiando meglio?