Woga, come si fa lo yoga in acqua

 

Si chiama Woga ed è una particolare tipologia di yoga. La disciplina, infatti, unisce i vantaggi dello yoga, benefico sul corpo e sulla mente, a quelli dell’attività fisica svolta in acqua, perché il Woga è lo yoga fatto in acqua. Grazie all’impatto dell’acqua, la pratica è più dolce e ci consente di eseguire meglio e più facilmente, senza stressare troppo le nostre articolazioni durante gli allenamenti. Rispetto alle attività da terra, quelle in acqua sono molto più leggere e dolci, ma non per questo meno efficaci, anzi!

woga2
Woga, lo yoga in acqua

Il Woga è nato in California, stato dal quale arrivano tutte le discipline più particolari del mondo del fitness. Il termine nasce dalla fusione tra le parole water (acqua) e yoga e consiste nello svolgere le attività tipiche della disciplina orientale nell’acqua, per un allenamento completo molto efficace.

Del resto le posizioni dello yoga si adattano bene anche all’ambiente acquatico, che ci garantisce una maggiore fluidità nei movimenti e un maggior controllo delle varie posizioni. Non bisogna saper nuotare, perché gli esercizi si fanno in piedi o seduti sul fondo della vasca.

woga2
E’ adatto a tutti

Le lezioni durano dai 30 ai 45 minuti, con la prima parte dedicata alla respirazione: è ideale per le donne in dolce attesa, per le persone anziane, per chi deve fare riabilitazione ed è adatto a tutti quanti!

di Redazione