7 sintomi da conoscere che riguardano la salute del colon

La crescita incontrollata di cellule malformate nel colon di solito mostra sintomi evidenti. Ecco quali sono.

Home > Benessere > 7 sintomi da conoscere che riguardano la salute del colon

La crescita incontrollata di cellule malformate nel colon riguarda molte persone che hanno la tendenza a sentirsi a disagio quando parlano di questa malattia che mostra sintomi evidenti.

Sanguinamento

Secondo il dott. Alfred Neugut, medico oncologo e epidemiologo presso la Mailman School of Public Health della Columbia University, l’emorragia rettale è uno dei sintomi più comuni della malattia.

Deficienza di ferro (anemia)

Le cisti causate dalla divisione incontrollata di cellule anormali nel colon a volte sanguinano e ciò causa carenza di ferro. Per via di ciò, le persone che soffrono di questa malattia non sono consapevoli di essere già affette dall’anemia.

Dolori addominali

7 sintomi da conoscere che riguardano la salute del colon

Un blocco o una rottura causata da una cisti dovuta alla divisione incontrollata di cellule anormali nel colon può provocare crampi e altri dolori. Nausea, vomito e disagio addominale possono essere dei segnali della comparsa di questa malattia.

Feci più sottili

Un cambiamento nel calibro delle feci significa che sono in atto alcune modifiche nelle caratteristiche delle feci che ne provocano il restringimento.

Movimenti intestinali continui

7 sintomi da conoscere che riguardano la salute del colon

Il dolore al retto, comunemente noto come tenesmo, coincide con la senszione he si prova quando è necessario un ulteriore movimento intestinale anche se ne hai appena terminato uno. Si tratta dell’incapacità o difficoltà a svuotare correttamente l’intestino. Ciò potrebbe essere un sintomo di una malattia infiammatoria intestinale oppure della crescita anormale delle cellule nel colon.

Diminuizione del peso

La malattia può cambiare il modo in cui il corpo percepisce il cibo e impedisce la capacità di assorbire tutti i nutrienti presenti nel cibo.

Prevenzione

La prevenzione fa bene a ogni età ma soprattutto quando si superano i 50 anni perché l’età è un fattore di rischio nello sviluppo della crescita anormale delle cellule nel colon. Ma ce ne sono degli altri, come la storia familiare. Esistono vari metodi per effettuare uno screening, per cui si consiglia di chiedere al proprio medico o a un gastroenterologo quale sia il più adeguato. Il test più usato è la colonscopia ma c’è anche la sigmoidoscopia flessibile.