Acqua essenziale, a cosa serve

Vi siete mai chiesti a cosa serve bere l'acqua essenziale? Vi sveliamo noi tutti i benefici che dobbiamo assolutamente conoscere.

Home > Benessere > Acqua essenziale, a cosa serve

Acqua essenziale, a cosa serve? E funziona davvero? Da qualche tempo non si fa altro che parlare di questo elisir di salute, che, secondo chi la promuove a spada tratta, dovrebbe aiutarci a rimetterci in forma, a risolvere molti problemi di salute e disturbi, a ritrovare il benessere fisico perduto. Ma l’acqua essenziale funziona davvero? E quali sono i suoi benefici? Per caso, ha controindicazioni?

Acqua essenziale, a cosa serve

L’acqua essenziale è un’acqua termale delle Fonti Boario in Valle Camonica, prodotta e distribuita dal gruppo Ferrarelle Spa. Numerosi i benefici che sono associati all’assunzione quotidiana di questa acqua ricca di minerali e oligoelementi, come solfati, magnesio e calcio. Anche il Ministero della Salute ne ha riconosciuto le proprietà: bastano due bicchieri al giorno per poter sperare di ottenere tutti i benefici. Già, ma quali sono?

Depurare il fegato

Grazie all’acqua essenziale possiamo depurare il fegato ed eliminare scorie e tossine in eccesso che possono provocare molti danni alla nostra salute. Quest’acqua aiuta il fegato a produrre bile, a ridurre il carico di lavoro dell’intestino, a favorire la motilità intestinale.

Regolarizzare l’intestino

Per chi soffre di problemi di stitichezza, bere ogni mattina, per prima cosa, due bicchieri di acqua essenziale pare sia un toccasana. Aiuta l’intestino a funzionare bene.

Pancia gonfia

Per chi soffre di pancia gonfia è un toccasana. Perché elimina problemi come meteorismo, gas intestinale, pesantezza addominale. Gli effetti diuretici e lassativi di questa particolare acqua possono aiutare a sgonfiare la pancia.

acqua essenziale

Stimolare il metabolismo

L’acqua essenziale è utile anche per stimolare il metabolismo, aiutandoci quindi a seguire una dieta sana ed equilibrata, anche nell’ottica di perdere peso. Ricordandosi sempre che bisogna abbinare anche un po’ di esercizio fisico ogni giorno.

Chi non deve bere acqua essenziale

L’acqua essenziale è controindicata nel caso in cui sia stato sconsigliato di bere acque ricche di sali minerali, per l’aumentato rischio di calcoli renali. Ed è anche sconsigliata per chi ha problemi di digestione e stitichezza patologica.

E ricordatevi di non superare mai la dose di due bicchieri al giorno. In gravidanza e in allattamento o nel caso di bambini, chiedete consiglio al medico.