Benefici degli Omega 3

Omega 3, la dieta dei grassi buoni: scopri tutti i segreti e i benefici.

Omega 3, la dieta dei grassi buoni: scopri tutti i segreti e i benefici. Gli omega-3 sono una categoria di acidi grassi essenziali e riducono il rischio di malattia coronarica tra il 6% e il 18%, sono benefici soprattutto per le persone con alti livelli di trigliceridi e colesterolo LDL.

L’omega 3 è una delle chiavi per la lotta contro le malattie cardiovascolari che sono la principale causa di morte nel mondo. Questi acidi grassi essenziali potrebbero persino aiutare con il diabete e combattere l’obesità perché favoriscono l’attivazione del grasso marrone e beige che protegge anche dall’ Alzheimer e aiuta nella cura dei tumori più frequenti come quello al seno o al colon.

Non solo questi acidi prevengono le malattie: durante l’infanzia sono coinvolti nello sviluppo del sistema nervoso e della retina. Ma il corpo non può sintetizzarli, per questo è importante incorporare gli acidi grassi omega 3 nella dieta.

Quindi, come possiamo assumere gli omega 3?

Secondo gli esperti, i bambini da 2 ai 4 anni, devono assumere 150 mg al giorno, i bambini dai 6 ai 18 anni 200 mg al giorno e gli adulti 250 mg al giorno. Per migliorare l’assunzione, bisogna mangiare più pesce grasso che è una fonte abbondante di Omega 3, ma anche alimenti arricchiti con questi acidi grassi per ottenere benefici nutrizionali e salutistici. Ci sono molti prodotti sul mercato arricchiti con omega 3 ed è un atteggiamento intelligente da parte delle aziende, ed è positivo che queste alternative esistano. La dieta nel suo complesso deve migliorare.

Fortunatamente, ci sono numerose ed eccellenti fonti alimentari di questi acidi grassi e gli esperti ribadiscono che una dieta sana e varia è in grado di soddisfare le esigenze quotidiane di tutte le età.

Quali sono questi cibi?

Pesce grasso. Gli esperti raccomandano pesce azzurro piccolo per prevenire la contaminazione da metalli pesanti: aringhe (1729 milligrammi di omega – 3 in 100 grammi di prodotto); sardine (1480 mg / 100 g); acciughe (2,13 mg / 100 g e 951 mg un barattolo piccolo); Il salmone, una delle grandi specie di pesce azzurro contiene 2,260 mg di salmone omega 3 per 100 grammi.

Analogamente, le vongole forniscono una quantità significativa di tali acidi grassi. Le ostriche, per esempio, contengono 672 mg 100g.

Inoltre, i cereali ( cereali integrali ), come i semi di lino (2.338 mg di un cucchiaio) e i semi di chia (4.900 mg in 28 grammi), sono la fonte di questi acidi grassi.

La carne fornisce anche omega 3, anche se la quantità varia a seconda dieta dell’animale. Le erbe alimentari hanno più acidi grassi, i legumi, anche se contengono omega 3, non sono considerati un buon contributo perché ne contengono pochi.

8 cibi che causano il cancro

Banana quando mangiarla e perché

Il Covid è una malattia subdola, parola di chi lo ha vissuto

Non ho più il ciclo, che succede? Ecco tutti i motivi

Un adolescente inventa il reggiseno che scopre il tumore al seno

Pappa reale per la menopausa: come aiuta ad alleviare i sintomi

Ogni dente è associato a una parte del corpo. E lo è anche il dolore