Cancro, la cellula T che potrebbe sterminare molti tipi di tumore

Nuova scoperta nella lotta al cancro, una cellula T che sarebbe in grado di uccidere molti tipi di tumore

Home > Benessere > Cancro, la cellula T che potrebbe sterminare molti tipi di tumore

Nuovo tassello nella lotta contro il cancro. Un recente studio scientifico, infatti, avrebbe scoperto una cellula T, una cellula immunitaria, che potrebbe essere in grado di uccidere moltissimi tipi di tumore. Nei test già condotti in laboratorio i risultati hanno lasciato i ricercatori letteralmente senza parole: un trattamento universale è più vicino?

Secondo quanto emerso da un tema di ricercatori internazionali, coordinati dagli scienziati dell’università di Cardiff, il loro studio ha permesso di scoprire, quasi per caso, un tipo di cellula immunitaria prezioso nella battaglia contro il cancro e nella ricerca di una cura peri tumori. In laboratorio sono stati condotti dei test in cui le cellule T hanno riconosciuto, prima, ed eliminato, poi, le cellule cancerose che hanno dato vita a differenti neoplasie. Senza intaccare le cellule sane.

Questa cellula T del sistema immunitario, secondo i ricercatori, potrebbe aprire le porte a una terapia universale, unica per tutti i trattamenti contro il cancro. Gli esperimenti sono stati condotti su cellule cancerose umane in vitro e su topi con cancro umano.

cellula-c

La cellula ha ucciso gran parte delle cellule malate di differenti tumori lasciando intatte le cellule sane. I primi risultati, dunque, fanno ben sperare, ma devono essere condotti anche altri test di sicurezza. Se anche questi venissero superati, si potrà continuare con dei trial clinici per la prima sperimentazione sull’uomo.

Cellula-Nucleo

Le cellule T per fare il loro lavoro si basano su una molecola che è già presente in tutte le cellule dell’uomo. Grazie a questa preziosa scoperta, si potrebbe arrivare a ottenere una tecnica universale che sia in grado di colpire il maggior numero possibile di tumori.

cellule

Il professore Sewell spiega:

“Le attuali terapie basate sul TCR (recettore delle cellule T ndr) possono essere utilizzate solo in una minoranza di pazienti e su un numero ristretto di tumori. Colpire il cancro attraverso le cellule T legate a MR1 è una nuova frontiera entusiasmante, perché aumenta la prospettiva di un trattamento del cancro “taglia unica per tutti”; un singolo tipo di cellula T che potrebbe essere in grado di distruggere molti tipi diversi di tumori in tutta la popolazione. In precedenza nessuno credeva che ciò potesse essere possibile”.