Celiachia: come si manifesta e cosa mangiare

Facciamo il punto su questa malattia, non facile da scoprire. Ecco perché.

Home > Benessere > Celiachia: come si manifesta e cosa mangiare

La celiachia, come ci spiega l’Associazione Italia Celiachia Onlus, che si occupa, tra le altre cose, dell’iniziativa La settimana della Celiachia, in corso  fino al 19 maggio, è un’infiammazione cronica dell’intestino tenue, causata dal glutine ingerito. Facciamo il punto sulla celiachia, come si manifesta e cosa fare.

Il glutine e l’intestino

dolori-al-fianco-destro

La celiachia è una malattia che interessa l’intestino che, in soggetti predisposti, Quest’ultimo è un complesso proteico, che è presente in alcuni cereali.

Il glutine è presente  nel frumento, nel segale, nell’avena, nell’orzo, nel farro e anche nel kamut®.  Chi soffre di celiachia, quindi, deve modificare la propria dieta per tutta la vita.

I sintomi della celiachia

mal di testa

La celiachia è caratterizzata da un quadro clinico variabile, nel senso che i sintomi sono vari, molti e difficili da attribuire alla celiachia in un primo momento. Sono necessarie delle analisi approfondite, infatti, se si sospetta di di soffrire di questa malattia.

I sintomi sono a livello digestivo, ma si possono avere anche altri fastidi. La celiachia provoca gonfiore addominale, crampi, diarrea cronica, dimagrimento, ma non solo.

Si possono avere disturbi quali nausea, cefalea e dermatiti che si manifestano con sfoghi cutanei, ad esempio su gomiti, schiena oppure anche sul cuoio capelluto.

Come si cura questa malattia

perdere peso e tornare in forma

Le persone celiache devono modificare la loro dieta per tutta la vita, escludendo tutti gli alimenti che contengono glutine ed evitando ogni trasgressione.

Infatti, assumere anche piccole quantità di glutine, in una persona celiaca comporta dei danni, anche in assenza di sintomi evidenti. E’ importante, dunque,  evitare anche la contaminazione  con altri cibi oppure con le stoviglie utilizzate per cucinare.

Per sentirsi meglio è fondamentale  ricevere una corretta e veloce diagnosi di celiachia, che si fa con un esame del quadro clinico, esami del sangue specifici e anche con una  biopsia intestinale. Il glutine, non deve essere tolta dalla propria dieta, prima di aver completato tutti gli accertamenti.

Cosa si può mangiare

Gli alimenti che una persona con la celiachia può mangiare sono riso, mais, miglio, quinoa, amaranto, frutta, verdura, legumi, latte, carne, pesce e uova. Si tratta di alimenti che sono naturalmente privi di glutine. Si possono mangiare anche alimenti trasformati, ma devono riportare sull’etichetta l’indicazione “senza glutine”.