Combattere la stitichezza, ecco come farlo in modo efficace

Come si può combattere la stitichezza? Esistono dei metodi naturali per liberarci della stipsi, in qualsiasi momento della nostra vita: ecco quali.

Home > Benessere > Combattere la stitichezza, ecco come farlo in modo efficace

Gonfiore, sensazione di pesantezza, persino dolore: la stipsi è uno dei disturbi più fastidiosi e ostinati. Come possiamo combattere la stitichezza? Innanzitutto cercando di capire se è duratura o è limitata a un certo momento della nostra vita.

Solo identificando il nostro caso possiamo possiamo modificare un po’ il nostro stile di vita e la nostra alimentazione. Dalla dieta ai rimedi della nonna, ecco alcuni suggerimenti che possono fare al caso vostro e possono evitarvi di ricorrere a lassativi e metodi invasivi.

Combattere la stitichezza cronica

Per essere considerato regolare, il nostro intestino deve permetterci di andare al bagno da tre volte al giorno a tre volte la settimana. Se le nostre visite alla toilette si verificano meno di tre volte la settimana da più di un mese, allora possiamo parlare di stitichezza cronica. Per combattere questo disturbo senza affidarci immediatamente a supposte di glicerina, clisteri e pastiglie lassative, allora bisogna seguire due regole: la prima è mangiare meglio, magari integrando alcuni alimenti utili contro la stipsi ed escludendo dalla nostra alimentazione cibi troppo complessi o raffinati.

La seconda è iniziare a fare più esercizio fisico: la sedentarietà infatti è nemica del transito intestinale. Con il movimento regolare (anche solo con una passeggiata al giorno) la nostra regolarità migliora e ci si sgonfia anche molto in fretta.

In più, potete aggiungere anche un massaggio all’intestino a fine giornata o alla mattina, in senso orario, aiutandovi con un po’ d’olio per bambini.

Combattere la stitichezza in modo naturale

Diciamoci la verità: tutti vogliamo che la puntatina in farmacia sia l’ultima spiaggia. Se ci si riesce è decisamente molto meglio ricorrere a rimedi naturali contro la stitichezza, di quelli che non richiedono l’assunzione di nessuna sostanza chimica o che non invadano il nostro corpo.

Uno dei rimedi naturali per combattere la stitichezza è quello di assumere tante fibre, in particolare quelle contenute nella frutta, nei cereali e nelle verdure. Questo tipo di fibre rendono più soffici le feci e stimolano il transito intestinale.

Un altro metodo naturale è quello di iniziare a mangiare semi di lino. In particolare si consiglia di mangiarne due cucchiai pieni al giorno con un bicchiere d’acqua a temperatura ambiente.

Se ancora non funziona, provate con l’acqua di cocco, che oltre a essere un lassativo naturale aiuta anche a combattere le infezioni del tratto urinario.

Consigliato anche il succo di aloe vera per la sua capacità di regolare le secrezioni intestinali. Infine si può provare ad assumere più frutta secca, che con la sua consistenza oleosa aiuta la digestione e il transito.

Combattere la stitichezza in gravidanza

Tantissime donne soffrono di stitichezza in gravidanza. Questo perché il progesterone, che tiene sotto controllo le contrazioni uterine, aumenta. Proprio perché tiene sotto controllo le contrazioni questo aumento influisce sulla peristalsi intestinale.

Con il passare dei mesi ci si mette anche l’aumento del pancione e la sofferenza aumenta. Come facciamo allora a combattere la stitichezza in gravidanza? Sicuramente bevendo di più, che è il modo più innocuo per darci una mano. Tantissima acqua, dunque, ma anche succhi di mela e pera. In più, si può provare a fare qualcosa mangiando semi di zucca e di sesamo.

Combattere la stitichezza in estate

Disidratazione, caldo, viaggi: la bella stagione è uno dei momenti in cui si tende a essere molto più stitici. Combattere la stitichezza in estate non è difficile: intanto vale sempre la regola d’oro del bere moltissimo.

Inoltre d’estate sarebbe bene, per un benessere a tutto tondo, evitare i pasti molto pesanti: grandi piatti di pasta con molto condimento, bevande gasate e zuccherine, alcolici e panini “impegnativi” non solo non aiutano a stare bene, ma peggiorano il problema della stitichezza.

Anche se state pensando a delle insalatone, occhio a non esagerare: non tutte le verdure combattono la stipsi. Il consiglio è invece quello di consumare alimenti come yogurt, melanzane, kiwi e tanti cereali. Sono ottimi anche il sedano crudo, la mela (con tutta la buccia) e i fichi.

Combattere la stitichezza in viaggio e in vacanza

Come abbiamo precedentemente detto, i viaggi sono spesso collegati alla stitichezza. Vi vergognate, ma quando non siete a casa non riuscite proprio ad andarci? Tranquilli, non siete gli unici, non siete soli e soprattutto non è solo una questione di mente, anzi. In viaggio e in vacanza si hanno orari molto diversi da quelli cui siamo abituati e, per finire, si mangia molto di più (spesso concedendosi capricci di gola).

Se non volete ricorrere a dei blandi lassativi dovete cercare di bere molti succhi di ananas e mango e cercare di ritagliarvi del tempo per mangiare uno yogurt.

I rimedi della nonna contro la stipsi

Se niente di quello che abbiamo detto vi ha convinti, non dimenticatevi i classici rimedi della nonna contro la stipsi. Partiamo dal più noto, il caffè: ha in effetti un effetto lassativo e una tazzina al mattino, appena svegli, bevendo poi un bicchiere d’acqua tiepida, aiuta tantissimo.

Altro alimento consigliato dalle nonne sono le prugne. Che siano fresche o essiccate, le prugne aiutano sensibilmente il transito intestinale. In più sono ricche di vitamina A, di potassio e aiutano anche ad abbassare il colesterolo.

Un altro consiglio della nonna? Le barbabietole e le verze. Questi due ortaggi aumentano la mobilità intestinale, specie se consumati bolliti. Consigliate per combattere la stitichezza anche le tisane di malva, che ha il pregio di lubrificare l’intestino.