donna

Cosa succede nel cervello quando beviamo troppo caffè

Cosa succede nel nostro cervello quando beviamo troppi caffè? La caffeina innesca una serie di processi neurochimici. Come ci influenza? Tutto quello che devi sapere.

Cosa succede nel nostro cervello quando beviamo troppi caffè? La caffeina innesca una serie di processi neurochimici. Come ci influenza? Tutto quello che devi sapere.

donna

Molte persone iniziano la giornata con una buona tazza di caffè . Questa sostanza ha raggiunto nel corso della storia un altissimo livello di popolarità, viene bevuta da circa l’80% della popolazione adulta ed è un elemento ampiamente presente nella vita di tutti i giorni.

Il caffè aiuta a eliminare, aumentare il livello di attivazione e migliorare la capacità di attenzione. Ma come può il caffè influenzarci in questo modo? Cosa succede nel tuo cervello quando bevi troppo caffè?

In questo articolo vogliamo soffermarci sui possibili danni che la caffeina può provocare nel nostro cervello e nel nostro corpo in generale. Scommetto che non tutti li conosci!

Possibili danni

Una o più tazze di caffè al giorno possono influire positivamente sul nostro cervello, ma come nella maggior parte delle sostanze e degli alimenti consumati, un eccesso può avere effetti negativi .

1. Problemi di sonno

Come accennato in precedenza, la caffeina provoca una diminuzione della sensazione di affaticamento o stanchezza.

Sebbene possa aumentare la vigilanza nelle persone con sonnolenza diurna, a seconda di come, quando e quanto viene consumato, può far sì che l’individuo non riesca ad addormentarsi , l’ insonnia della conciliazione è l’effetto più frequente.

2. Disturbi d’ansia

L’aumento della quantità di cortisolo e adrenalina prodotta dal caffè provoca un aumento dell’eccitabilità del soggetto che lo ha consumato. Sebbene in alcune circostanze possa essere lusinghiero di fronte all’apprendimento o all’azione in modo efficiente, altre volte questo aumento genera uno stress maggiore di quello che l’individuo è in grado di gestire e possono apparire reazioni di ansia. In effetti, il consumo di caffeina non è raccomandato per le persone sotto stress o troppo ansiose.

3. Agitazione

In quantità elevate la caffeina può causare agitazione, tremore (e persino convulsioni epilettiche) . La presenza di tachypsychia o pensiero accelerato può verificarsi anche a livello cognitivo, in cui compaiono spesso idee o perdite del filo del pensiero. Un altro sintomo comune è la logorrea.

4. Stress e irritabilità

L’aumento dell’attivazione nel sistema nervoso e l’umore leggermente più espansivo del solito , nonché l’aumento del livello di stress generato dal caffè. La persona che ha esagerato con il caffè può diventare più aggressiva e irritabile senza motivo.

5. Effetti cardiaci

È sempre consigliato non consumare caffeina per le persone con disturbi cardiaci , poiché può indurre tachicardie e aritmie che nelle persone con un certo tenore di vita e con determinate patologie, potrebbero subire un infarto o arresti cardiorespiratori.

6. Rischio di morte

Sebbene di solito sia necessaria una quantità elevata, il consumo di quantità superiori a dieci grammi di caffeina può indurre convulsioni epilettiche o problemi cardiorespiratori che potrebbero provocare la morte del soggetto.

8 cibi che causano il cancro

Non ho più il ciclo, che succede? Ecco tutti i motivi

Come addormentarsi subito: trucchi per riuscirci in pochissimi secondi

Rimedi naturali contro il mal di testa

Tumore alle ossa, i primi sintomi

Metti l'aglio sotto al cuscino e aspetta di vedere i risultati

Influenza 2018. Il bilancio fa paura: 30 morti, 140 casi gravi e più di 800 mila italiani a letto in una settimana