Dieta della pasta: non rinunciate ai carboidrati

La pasta è spesso demonizzata quando si è dieta. Ecco alcuni consigli per dimagrire con i carboidrati!

Home > Benessere > Dieta della pasta: non rinunciate ai carboidrati

Molte persone decidono ogni anno di seguire una dieta sulla base di informazioni raccolte su internet. Diversi siti suggeriscono che siano i carboidrati a farci ingrassare in modo incontrollato. In realtà, le testimonianze di chi è andato da un nutrizionista o da un dietologo sono ben diverse. La pasta non è mai tolta dal regime alimentare di chi deve dimagrire, ma, anzi, è consigliata sempre a pranzo o a cena, a patto che venga condita in modo poco calorico.

carboidrati-dieta

Fare la dieta non si traduce sempre con rinunce e stress. Ci sono molte cose a cui prestare attenzione: non dobbiamo in alcun modo seguire delle diete folli, con poche calorie e che vietano determinati alimenti, come i carboidrati. Nel caso delle diete chetogeniche – come lo è la Dieta Dukan – potremmo imbatterci in numerosi problemi e dovere ricorrere alla visita di un medico esperto. Prima di seguire una nuova dieta, dunque, si raccomanda sempre di fare le analisi del sangue e di controllare che non vi sia alcuna carenza.

I carboidrati assunti a pranzo vi permetteranno di digerirli durante il pomeriggio e vi daranno le forze e l’energia necessaria per terminare il vostro lavoro senza soffrire di mal di testa o debolezza. La tipologia migliore da assumere quando si è a dieta è la pasta integrale, che ha un basso livello di zucchero e previene i picchi glicemici.

La pasta deve essere scolata al dente e possibilmente deve essere passata sotto l’acqua fredda, in modo tale da arrestare totalmente l’indice glicemico. In questo modo, l’amido della pasta può essere digerito tranquillamente e si preverrà la fastidiosa sensazione di gonfiore!

pasta-condimento

Adesso possiamo parlare dei condimenti, ovvero quale sugo possiamo utilizzare per condirla al meglio. Sono le verdure a essere particolarmente indicate: qualsiasi sugo con melanzane, pomodori, zucchine, broccoli, carciofi, carote, andrà bene.

Sul condimento, possiamo davvero sbizzarrirci, a patto, però, che non utilizziamo troppo olio. Un cucchiaino a crudo va bene e vi permetterà di tornare in forma senza operare troppe rinunce. In ultimo, non siete obbligati a mangiarla a pranzo: anche a cena la pasta fa bene, perché coadiuva il sonno. Rilascia la serotonina e la melatonina, le due sostanze in grado di controllare il nostro umore e di renderci felici e rilassati.