Dieta di Natale per non perdere la linea durante le feste. Come funziona?

Rimanere in forma prima delle grandi abbuffate? Ecco la Dieta di Natale, per non perdere la linea durante le feste.

Home > Benessere > Dieta di Natale per non perdere la linea durante le feste. Come funziona?

Tra pochi giorni sarà Natale e quindi manca sempre meno a pranzi e cene interminabili, così come a grandi abbuffate di panettoni, pandori e torroni. Le intenzioni di ogni anno sono sempre le stesse, ovvero quelle di non abbuffarsi ma poi effettivamente non è ciò che accade. Il risultato è che ci ritroviamo dopo l’Epifania con il fisico appesantito e qualche chilo in più su pancia, fianchi e addome. Per ovviare a questo problema ci sarebbe una soluzione. Quale? Il segreto per poter mangiare tranquilli a Natale è cercare di purificarsi e sgonfiare prima di arrivare alla festività del Natale.

In questo modo non bisognerà rinunciare a piatti e cibi deliziosi e gustosi. Dunque, l’ideale è seguire una dieta detox pre-natalizia. Basterà, dunque, scegliere cibi amici, che possano stimolare la circolazione, aiutare a drenare i liquidi in eccesso e riattivare il metabolismo. Per qualche settimana, l’ideale sarà eliminare ogni tipo di alcolico, bevande gassate, alimenti ricchi di zuccheri e di grassi, tra i quali i dolci, le fritture, gli insaccati ed il burro.

Questo è quello che prevede la Dieta di Natale, con l’aggiunta di tanta acqua, almeno due litri al giorno, frullati, tisane, tè verde, che possano dare un’accelerata al metabolismo. Non bisogna mai farsi mancare frutta e verdura, almeno 5 porzioni al giorno tra cui rucola, cicoria, lattuga, broccoli, verza e cavoli che pare abbiano un alto potere depurante. Via libera a cereali integrali, probiotici, legumi, alimenti fermentati e cibi utili per migliorare il microbioma intestinale che possano innalzare le difese immunitarie e aiutarci a perdere i chili in eccesso.

Ecco qui di seguito alcuni utili consigli per poter rendere il programma ancora più efficace, visto il poco tempo a disposizione. Innanzitutto fare attenzione ai metodi di cottura sia per la carne che per il pesce e verdure, meglio se cotti al forno, al cartoccio, al vapore o anche alla piastra, evitando le fritture. Il sale va utilizzato con moderazione visto che fa alzare la pressione e aumenta la ritenzione idrica. Va evitato il mais, che è un cereale, ma anche legumi e patate. Come condimento bisogna utilizzare soltanto l’olio extravergine d’oliva, evitare gli insaccati e se non si hanno problemi di colesterolo e trigliceridi alti, si può scegliere tranquillamente la carne che si preferisce. Da non sottovalutare e dimenticare l’importanza dell’attività fisica, e dunque basta fare una passeggiata al giorno di 30-60 minuti.