Fame nervosa, tutti i rimedi: come sconfiggerla per sempre

Combattere la fame nervosa: tutti i rimedi per fermarla ed evitare che torni aiutandoci e facendoci aiutare dagli altri

Home > Benessere > Fame nervosa, tutti i rimedi: come sconfiggerla per sempre

Ci sono volte in cui siamo arrabbiate, tristi, nervose o agitate e il cibo diventa, in modo conscio o inconscio, una consolazione: ecco perché oggi parliamo della fame nervosa e di tutti i rimedi per combatterla.

Nessuno è immune: anche se alcune persone mangiano meno di fronte alle emozioni forti, se si è in difficoltà emotiva si può passare a mangiare in maniera sempre più frequente. Così va da se quanto è importante conoscere questa nemica (della linea e della salute) per saperla annientare.

Cos’è e come si manifesta la fame nervosa

Un’improvvisa voglia di buttarsi sui dolci, di mangiare una pizza, di sterminare un’intera scatola di cioccolatini: la fame nervosa non è un bisogno ma un comportamento compulsivo, che si manifesta a seguito di conflitti o eventi traumatici e stressanti.

Si comincia con un piccolo strappo: prima una manciata di caramelle o una merendina fuori orario, poi un vero e proprio stop al bar e infine un carrello della spesa pieno di cibo spazzatura che finisce per essere consumato quasi senza farci attenzione.

Il primo passo da fare è capire cosa ci ha scatenato questa reazione. Anche se non riusciremo a eliminare del tutto la causa del nostro problema emotivo, già il semplice fatto di prenderlo in analisi come vero e proprio evento negativo ci darà un vantaggio e ci farà capire che il nostro modo di mangiare è una risposta, ma non una soluzione.

Fame nervosa, tutti i rimedi: comincia scrivendo un diario

Mangiare per fame nervosa significa, in qualche modo, tentare di divorare le nostre emozioni. Nessuno meglio di noi può sapere cosa sta succedendo ed è per questo che diventa molto utile annotare ogni attacco di fame, mettendo nero su bianco quello che mangiamo e come ci sentiamo mentre lo stiamo facendo.

Per fermare la fame emotiva è molto utile avere una panoramica delle nostre azioni. Il consiglio è di prendere un quaderno e scrivere la data, in alto. Dopodiché scrivete sul foglio ogni volta che avete mangiato, annotando l’orario, il quantitativo e, se ci riuscite, anche le calorie consumate.

Scrivete come vi sentivate prima e come vi sentite dopo aver mangiato. Questo vi darà modo di limitare i prossimi pasti e vi aiuterà a migliorare.

Prima di mangiare chiediti perché hai fame

state avvicinando alla dispensa o al frigorifero? Ecco, allora fermatevi. Avete davvero fame?Prima di fare un passo in più, provate a parlare con voi stesse e chiedetevi cosa sta succedendo.

Magari siete affamate perché avete saltato un pasto: fino a qua la vostra voglia di cibo è normale. Ma se vi rendete conto che è un’emozione a spingervi, provate a inspirare profondamente e poi a espirare.

Vi state rispondendo che è proprio fame nervosa? Continuate a inspirare ed espirare per dieci volte: dovreste sentirvi meglio e l’attacco di fame nervosa dovrebbe essere andato via.

Perdonati se hai un episodio di fame compulsiva

Non ce l’avete fatta, avete ceduto ai morsi. E adesso? Adesso perdonatevi. Fatelo perché il processo di colpevolizzazione che si attiva quando si cede a un attacco di fame nervosa non è per niente benefico, anzi, può portare ad altre ricadute.

È proprio come un cane che si morde la coda: mangiate, vi sentite tristi, vi colpevolizzate, siete ancora più tristi e mangiate ancora. È questo che volete? No di certo. Allora tanto vale perdonarsi, accettarsi e proseguire questo combattimento.

Scegli una persona che ti faccia da supporto

Se vi rendete conto che non riuscite a bloccare la fame nervosa da sole, allora cercatevi qualcuno che vi aiuti: un complice, un supporto, qualcuno che vi inviti a mantenere un corretto comportamento alimentare.
Assicuratevi che la persona in questione non sia troppo dura: se la causa della fame nervosa è lo stress, avere una persona che vi stressa per non mangiare non solo è un controsenso, ma è anche controproducente.

Tieniti impegnata e fai esercizio fisico

Una certezza sulla fame nervosa? Tutti i rimedi che proverai non saranno mai efficaci se non metti in pausa il cervello. Devi staccare dalle tue emozioni, staccare dalla routine e da quello che ti fa stare male. Trova un hobby o qualcosa che ti tenga impegnata, che ti faccia piacere.

Uno dei passatempi consigliati è fare esercizio fisico: allenarsi efficacemente a casa o in palestra non solo aiuta a distrarsi, ma aiuta a perdere quei chiletti di troppo che si sono accumulati per via degli spuntini di troppo.

Elimina le tentazioni che ti stanno intorno

La vostra casa non è un albergo e non può essere di certo una fabbrica di dolciumi o cibo spazzatura: eliminate il problema facendo sparire tutti quegli alimenti che vi inducono in tentazione.

Non vi stiamo dicendo di sprecare il cibo: se avete già aperto delle confezioni allora dovrete appellarvi alla vostra buona volontà. Se invece avete qualcosa di ancora integro, provate a fare una buona azione e a regalarla a chi non se la può permettere. Fare qualcosa di buono vi aiuterà, per altro, a sentirvi meglio e ad avere meno attacchi di fame.

Non andare al supermercato se hai fame

Questa regola vale anche per le diete: mai andare al supermercato affamati. Proprio il bisogno di cibo potrebbe portarvi a ricomprare quel tipo di cibo di cui vi siete sbarazzate, mettendo in casa nuove tentazioni e facendo ripartire un circolo che avevate interrotto.

Cercate di fare la spesa subito dopo pranzo o dopo lo spuntino pomeridiano: pianificando i vostri viaggi tra gli scaffali avrete meno stimoli e più possibilità di controllarvi.

Fame nervosa, come curarla? Con le erbe

Esistono anche dei rimedi naturali per la fame nervosa. Innanzitutto bere molte tisane a base di erbe è un valido aiuto: l’acqua vi darà un senso di pienezza che aiuterà a diminuire la frequenza di quei languorini tanto accesi.

Se non dovesse bastare, in erboristeria si possono acquistare diversi tipi di prodotti che non fanno male e aiutano a placare le voglie improvvise: la melissa, ad esempio, che con la sua azione rilassante inibisce tutti i sintomi dello stress, o la passiflora, che induce uno stato di calma e fa lo stesso effetto.

Non dimenticare gli snack sani

Ti abbiamo dato tanti spunti per combattere la fame nervosa. Ora, per concludere, ti diamo un ultimo consiglio: ricordati che non si può mai passare da zero a cento, e che uno dei rimedi più efficaci è quello di cominciare a tenere a portata di mano degli snack sani.

Uno yogurt, un frutto, un po’ di noci o di mandorle: se all’inizio della “lotta” i morsi della fame sono davvero indomabili, siate furbe e soddisfatevi con qualcosa di meno calorico.

Mano a mano, facendo scomparire gli alimenti che tutti dovremmo togliere dalla dieta anche la fame nervosa inizierà a diminuire. E il nostro corpo ci ringrazierà.