Gli astemi possono ammalarsi di demenza

Gli astemi possono ammalarsi di demenza: ecco cosa hanno scoperto gli scienziati.

Home > Benessere > Gli astemi possono ammalarsi di demenza

Gli astemi possono ammalarsi di demenza! Potrebbe sembrare uno scherzo invece è la conclusione alla quale sono arrivati i ricercatori inglesi e francesi dopo aver fatto uno studio a lungo termine su 9000 persone. E sembra davvero che gli adulti che non bevono mai alcool si ammalano più spesso di demenza verso la fine della loro vita.

Lo studio, pubblicato sul British Medical Journal (BMJ), ha monitorato la salute dei dipendenti pubblici che lavorano a Londra e ha rilevato che anche le persone che bevono in modo eccessivo tendono ad ammalarsi i demenza senile. I volontari partecipanti allo studio avevano tutti un’età compresa tra i 35 e i 55 anni quando iniziò, a metà degli anni ’80. L’astinenza era associata a un rischio di demenza più elevato del 45% rispetto alle persone che consumavano da 1 a 14 unità di alcol a settimana. Anche coloro che hanno avuto una diminuzione del consumo di alcol a lungo termine hanno mostrato un aumento del rischio.

gli-astemi-possono-ammalarsi-di-demenza

Il consumo di alcol è stato misurato durante le valutazioni tra il 1985 e il 1993, quando i partecipanti avevano un’età media di 50 anni. I partecipanti sono stati seguiti per una media di 23 anni e i casi di demenza identificati attraverso l’ospedale, i servizi di salute mentale. Sono stati registrati in totale 397 casi di demenza.

Il team di ricercatori francesi e britannici ha suggerito che parte dell’aumento del rischio di demenza negli astemi potrebbe essere attribuibile al maggior rischio di malattie cardio-metabolica segnalate in questo gruppo.

bere

 

Tra gli eccessivi bevitori, definiti come coloro che consumavano più di 14 unità a settimana, gli esperti hanno riscontrato un aumento del rischio di demenza che aumentava più una persona beveva, osservando che con ogni aumento di sette unità per settimana c’era un aumento del 17% in rischio di demenza.

“Questi risultati suggeriscono che l’astensione e l’eccessivo consumo di alcool sono associati ad un aumentato rischio di demenza”, hanno detto gli autori. Il responsabile medico dello studio afferma che uomini e donne dovrebbero bere non più di 14 unità di alcolici ogni settimana – l’equivalente di sei pinte di birra di misura media.

pinta-birra

Commentando lo studio, la dottoressa Sara Imarisio, responsabile dell’Alzheimer’s Research UK, ha dichiarato: “Poiché questo studio ha esaminato solo il consumo di alcolici nella mezza età, non conosciamo le abitudini dei partecipanti in adolescenza ed è possibile che alcuni comportamenti possano aver contribuito a a provocare la demenza in età avanzata.

“Le persone che si astengono completamente dall’alcol possono aver avuto alle spalle una storia di alcolismo e questo può rendere difficile interpretare i legami tra bere e salute. La ricerca futura dovrà esaminare le abitudini alimentari durante tutta la vita e ciò contribuirà a gettare più luce sulla relazione tra alcol e demenza “.