La Paleo-dieta: pro e contro della dieta degli antenati

C'è chi per dimagrire farebbe di tutto, anche ritornare ai tempi delle caverne!

Articolo scritto da Melania del blog Mel’s Choice

Durante il Paleolitico, gli uomini e le donne non avevano alcuna conoscenza di diete, calorie né interesse a mantenere una certa forma fisica. Ciò che gli interessava era sopravvivere e lo facevano mangiando tutto ciò che la natura gli offriva. Ed è esattamente questo il principio della cosiddetta “paleo-dieta”, un tipo di regime alimentare che si basa proprio sul mangiare solo alimenti semplici e presenti in natura: si tratta di cibi non sottoposti ad alcun tipo di trattamento, non coltivati e, spesso, non cotti.

Paleodieta: le caratteristiche principali

– Il fulcro di questo tipo di dieta è che è molto più proteica di quella odierna e più ricca di grassi e l’apporto di carboidrati è dato da frutta e verdura dal momento che nel paleolitico pane e pasta non esistevano.

– Un altro elemento di questa dieta è quello di fare tanti piccoli pasti distribuiti durante il giorno.

– È possibile mangiare frutta secca ma solo 100 g al giorno, se si sta cercando di perdere peso.

– Un elemento fondamentale (di tutte le diete in realtà) è quello di fare esercizio fisico, il che deve essere affiancato alla dieta: in fondo l’uomo delle caverne cacciava… e non solo il telecomando per cambiare canale!

Paleodieta
Paleodieta

I pro della paleodieta

Alimenti consentiti dalla paleodieta
Alimenti consentiti dalla paleodieta

I contro della paleodieta

E voi vi fidereste a seguire questa dieta oppure preferite il vecchio “mangiar tutto ma poco?”