Mal di testa e alimentazione

Scopriamo i cibi amici e quelli da evitare per prevenire la cefalea. Ecco cosa dicono gli esperti.

Home > Benessere > Mal di testa e alimentazione

A tutte noi sarà capitato di avere mal di testa; una sensazione davvero pungente e fastidiosa che a volte ci mette in seria difficoltà. Tra le varie cause, il mal di testa è collegato anche alla nostra alimentazione. Ecco come possiamo prevenire i disturbi, seguendo una dieta adeguata.

In realtà, il collegamento tra alimentazione e cefalea non è chiaro, tuttavia  alcune persone collegano l’emergere della cefalea ad alcuni cibi mangiati in precedenza.

I cibi che ci proteggono dalla cefalea

Alcuni alimenti sono davvero un toccasana e possono aiutare a prevenire la cefalea. Per esempio i carboidrati semplici – pane, pasta e riso integrale – sono facilmente digeribili e anche la frutta e la verdura non provocano disturbi.

Come ci dicono gli esperti, anche le proteine contenute nei legumi, il pesce fresco e  la carne bianca sono ben digeribili e non sono alimenti collegabili ai disturbi della cefalea.

E’ sempre indicato seguire un’alimentazione sana e a basso contenuto di sale, ricca di vitamine e sali minerali.

I cibi che fanno venire mal di testa

Gli alimenti che sarebbero responsabili del mal di testa, sono principalmente quelli che digeriamo con più fatica. In particolare gli agrumi, le banane mature, cioccolato, latte e yogurt.

Anche gli ingredienti presenti in alcuni alimenti confezionati possono concorrere alla cefalea. In particolare i conservanti oppure il glutammato presente nelle zuppe pronte.

Tuttavia, il mal di testa è una questione anche di quantità assunta di questi cibi, ma anche di quelli che sono facili da digerire. La digestione lenta dopo un pranzo abbondante, può causare un attacco in soggetti emicranici.  Il mal di testa può dipendere, al contrario, anche dal digiuno.