Proteggere gli occhi dal freddo, i consigli degli esperti

L'inverno è arrivato e la salute degli occhi può risentirne. Ma ci sono alcuni semplici trucchi che possono aiutarci a prevenire e proteggere i nostri occhi.

Home > Benessere > Proteggere gli occhi dal freddo, i consigli degli esperti

Come proteggere gli occhi dal freddo, i consigli degli esperti. L’inverno è ormai arrivato e la salute degli occhi può risentirne.

Ma ci sono alcuni semplici trucchi che possono aiutarci a prevenire e proteggere i nostri occhi dalla congiuntivite e altre patologie.

Gli esperti consigliano di indossare sempre gli occhiali da sole ed evitare gli sbalzi termici, ad esempio passare da un ambiente troppo freddo ad uno molto caldo.

Purtroppo in inverno dobbiamo combattere non solo con l’influenza ed il raffreddore ma anche con la congiuntivite ed altre patologie degli occhi. Un medico oculista che lavora presso il Campus Biomedico di Roma, Gaetano Cupo, ha spiegato:

L’occhio è un organo composto da mucose estremamente suscettibili ai cambiamenti di temperatura e di pressione ambientale (proprio come il naso e le vie aeree superiori). Un aumento dell’umidità o la diminuzione della temperatura fa si che alcuni meccanismi che sono alla base della mucosa possano facilitare il manifestarsi di patologie infettive o infiammatorie“.

È sempre meglio evitare di impostare condizionatori e termosifoni a temperature troppo elevate: “Bisogna innanzitutto fare attenzione e evitare sbalzi termici, come passare da ambienti esposti al freddo ad altri invece dove le temperature sono decisamente troppo elevate. Il divario tra un ambiente e l’altro non deve mai superare i 4 o 5 gradi. Mentre in casa non bisogna mai superare i 21 gradi di temperatura“.

In questi casi potremmo accusare una eccessiva secchezza negli occhi o, al contrario, una eccessiva lacrimazione: “La lacrimazione può essere causata dal freddo o dall’eccessivo calore della casa, dell’ufficio o dell’automobile. L’aumento di temperatura in particolare stimola la lacrimazione che altro non è che un meccanismo di difesa. Le lacrime infatti contengono alcuni elementi come il lisozima, un enzima, che funzionano come barriera di protezione dagli agenti batterici“.

Anche se le ore di luce sono diminuite, è sempre meglio continuare ad utilizzare gli occhiali da sole. Ecco cosa ha spiegato il dottor Cupo:

È un’abitudine sbagliata. I raggi solari, in inverno, invadono una superficie maggiore ma, anche se sono meno concentrati, e quindi meno caldi, l’irradiazione c’è ed è anche filtrata in maniera meno efficace. Per questo bisogna sempre portare gli occhiali da sole, anche in inverno. Specialmente se andiamo sulla neve perché c’è un riverbero maggiore“.

L’intervista del dottor Cupo e i consigli sono stati rilasciati al sito fanpage.