Quando fare l’antitetanica

Quando fare l'antitetanica? Ecco tutto quello che dobbiamo sapere su un vaccino assolutamente fondamentale

Home > Benessere > Quando fare l’antitetanica

Quando fare l’antitetanica? Stiamo parlando di un vaccino decisamente importante, che permette di prevenire una malattia che, se contratta, può avere conseguenze anche molto gravi. Conosciamo tutti cos’è il tetano e quali sono le cose che dovremmo sapere?

Cos’è il tetano

Il tetano è una malattia che va a colpire muscoli e nervi. È provocata da un batterio di nome Clostridium tetani, che spesso si trova nel terreno. Quando il batterio entra nel corpo umano, produce una neurotossina che va ad agire sul sistema nervoso (la tetanospasmina), provocando spasmi muscolari. La tossina viaggia per il corpo tramite il sangue e il sistema linfatico.

Cause del tetano

Il tetano è provocato dal contatto con le spore dei batteri C.tetani, che si trovano nel terreno e anche nel tratto gastroenterico di alcuni animali come bovini, equini e ovini. Può rimanere attivo nel terreno per 40 anni. Le spore possono entrare in contatto con l’organismo tramite ferite aperte sulla pelle, attivandosi all’interno dell’organismo. Ma anche tramite ustioni, lesioni da schiacciamento e raramente tramite punture di insetto, infezioni dentali, fratture esposte, ulcere, uso di droghe per via endovenosa.

Il tempo di incubazione è di 3 settimane circa.

Sintomi del tetano

I sintomi del tetano più comuni sono:

  • mal di testa
  • spasmi della mascella
  • dolori muscolari
  • difficoltà nella deglutizione
  • irrigidimento muscolare
  • spasmi
  • convulsioni
  • febbre
  • sudorazione
  • tachicardia
  • ipertensione

In seguito si possono notare laringospasmo, fratture ossee, infezioni, embolia, polmonite, difficoltà a respirare.

Cure per il tetano

Se si notano questi sintomi, in particolare spasmi alla mascella o muscolari, contattare subito il medico o andare al pronto soccorso. Se non vaccinato, verrà sicuramente ricoverato in ospedale, nel reparto di terapia intensiva, dove saranno somministrati antibiotici e il siero per neutralizzare la tossina rilasciata dai batteri. Se non curato in tempo può essere letale.

Vaccino antitetanico

Il tetano si può prevenire con le vaccinazioni antitetaniche, che fanno parte delle vaccinazioni obbligatorie. Si può anche ricevere una dose di vaccino in seguito a lesioni che possono provocare il tetano.

I bambini ricevono 3 dosi di vaccino prima dei due anni, poi una dose intorno ai 6 anni, con richiamo tra gli 11 e i 12 anni e in età adulta ogni 10 anni. La vaccinazione può anche essere eseguita da adulti, con richiami da eseguire sempre ogni 10 anni.