Ritenzione idrica: cosa fare. Dagli esercizi all’alimentazione

Un problema molto comune tra noi donne. Ecco qualche consiglio per alleviare questo inestetismo.

La ritenzione idrica è quando si verifica un accumulo e il ristagno di liquidi nei tessuti, provocati da  uno squilibrio tra il sistema venoso e quello linfatico, oltre a una cattiva circolazione sanguigna. Se avete problemi di ritenzione idrica ecco cosa fare per migliorare la situazione.

Come comportarsi

Il ristagno di liquidi provoca  gonfiore ed edema soprattutto sulle gambe, cosce e glutei, ma anche la cellulite.

Il rimedio a questo problema è riuscire a stimolare la circolazione delle gambe, che, quando è lenta provoca pesantezza.

L’insufficienza venosa – che è la difficoltà di ritorno del sangue venoso dai piedi verso l’alto – insieme all’accumulo di liquidi e tossine negli spazi intercellulari, si combatte sia con alcuni esercizi fisici che con l’alimentazione.

Lo yoga amico contro la ritenzione idrica

Lo yoga può essere d’aiuto con la cellulite, con alcuni esercizi specifici come la posizione della Squadra.

Si tratta di un esercizio che possono eseguire la maggior parte delle persone e serve ad aiutare il deflusso dei liquidi in tutta la parte inferiore del corpo.

Basta dotarsi di un tappetino e lavorare con movimenti lenti, fluidi e precisi:

  • Da supine, portate le braccia lungo il corpo, facendo aderire le mani a terra.
  • Flettete le ginocchia al petto

  • Inspirare per spandere il torace e poi  portate in dentro l’addome mentre si estendono  le gambe verso il soffitto, espirando lentamente.
  • Creerete con il corpo  un angolo di 90 gradi all’altezza delle anche.
  • Flettete i piedi a martello e riportatre le ginocchia al petto.

L’alimentazione

Una dieta ricca di fibre, di alimenti disintossicanti e povera di carboidrati e sale è il primo passo per prevenire il problema della ritenzione idrica.

Includete nella vostra alimentazione molta frutta e verdura, in particolare agrumi, ananas, kiwi, fragole, ciliegie, lattuga, radicchio, spinaci, broccoletti, broccoli, cavoli, cavolfiori, pomodori, peperoni e patate, soprattutto se novelle.

Bere poi tanta acqua, almeno due litri al giorno, cercando di evitare bevande gassate,  dolci o alcoliche.

 

Li chiamano ‘’ciccetti’’ ma il vero nome di quelle odiose escrescenze che abbiamo sul collo, ascelle e inguine è un altro. Cosa sono e come si tolgono

Li chiamano ‘’ciccetti’’ ma il vero nome di quelle odiose escrescenze che abbiamo sul collo, ascelle e inguine è un altro. Cosa sono e come si tolgono

Pesava 309 chili, ora ne ha persi oltre 100.  "Adesso brillo come una stella”, le foto

Pesava 309 chili, ora ne ha persi oltre 100. "Adesso brillo come una stella”, le foto

Chi non ha mai avuto l'imbarazzante problema delle flatulenze? Sapete che esistono degli alimenti capaci di risolverlo? Ecco quali sono

Chi non ha mai avuto l'imbarazzante problema delle flatulenze? Sapete che esistono degli alimenti capaci di risolverlo? Ecco quali sono

Pesavano complessivamente 350 chili e decidono di cominciare a frequentare una palestra

Pesavano complessivamente 350 chili e decidono di cominciare a frequentare una palestra

Accettare le nostre cicatrici significa accettare noi stesse. Non dimenticarlo

Accettare le nostre cicatrici significa accettare noi stesse. Non dimenticarlo

Acqua del mare e della piscina: attenzione agli effetti sugli occhi

Acqua del mare e della piscina: attenzione agli effetti sugli occhi

Punture di insetti, cosa fare

Punture di insetti, cosa fare